Militare pugnalato con il tagliacarte in Stazione, aggressore fermato grazie a migrante eroe

Un senegalese del '67 ha dato un contributo fondamentale nell'impedire la fuga dell'uomo, aiutando il reggimento presente

Aggressione Stazione Centrale (Foto Gemme)

Un cittadino senegalese di 52 anni ha dato un contributo fondamentale nel fermare l'uomo che martedì mattina ha pugnalato un militare con un tagliacarte in Stazione Centrale. È questo il nuovo particolare emerso della vicenda. A riferirlo i carabinieri, intervenuti tempestivamente sul posto insieme al 118 e alla polizia.

Il passante-eroe ha dato un contributo fondamentale nel fermare l'aggressore, Mahamad Fathe, 23enne yemenita irregolare in Italia. Dopo aver assistito all'assurda aggressione, affermano i militari, l'uomo - un cittadino del Senegal del '67, regolare in Italia e con permesso di soggiorno illimitato - ha atterrato lo yemenita aiutando il reggimento a evitare che fuggisse.

Militare pugnalato due volte con un tagliacarte

Poco prima delle 11 Matteo Toia, caporale maggiore scelto dell'esercito appartenente al Quinto Reggimento Alpini della Brigata Julia, è stato pugnalato con un tagliacarte dall'aggressore, che lo ha colpito all'improvviso alle spalle, apparentemente senza alcun motivo. Due i fendenti sferrati: il primo al collo e il secondo alla spalla.

L'aggressore è stato fermato dai carabinieri poco dopo il fatto e secondo quanto trapelato, durante le fasi di fermo, avrebbe urlato "Allah Akbar". A dare un contributo fondamentale al fermo il passante-eroe senegalese, che ha letteralmente atterrato lo yemenita, evitando così che potesse tentare la fuga.

Toia, il militare ferito, per fortuna non ha riportato ferite profonde ed è stato accompagnato in codice verde al pronto soccorso dell'ospedale Fatebenefratelli. Sull'episodio stanno indagando  gli uomini del nucleo investigativo dei carabinieri del comando provinciale, che stanno passando al setaccio la sua vita per capire se ci siano elementi che lo colleghino al terrorismo. Mahamad Fathe, che è stato arrestato, dovrà rispondere delle accuse di lesioni e violenza a pubblico ufficiale.

Aggornamento: l'arresto

L'aggressore, Mahamad Fathe è stato tratto in arresto per “attentato per finalità terroristiche o di eversione, tentato omicidio e violenza a pubblico ufficiale". A riferirlo i carabinieri che stanno seguendo le indagini.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Puzza a Milano, odore fortissimo invade la città: boom di segnalazioni. La spiegazione

  • Il pusher gli vende la carta: lui lo scaraventa nel vuoto per ammazzarlo, tradito dal video

  • Milano, bimbo di 5 anni precipita a scuola: soccorritori e prof con le lacrime agli occhi

  • Sciopero generale a Milano, rischio caos per i mezzi: stop di 24 ore a metro, bus Atm e treni

  • Milano, dramma a scuola: bimbo di cinque anni precipita nel vuoto dalle scale, è gravissimo

  • Milano, incidente tra un bus e un'auto in via Giordani: una donna in coma e due bimbi feriti

Torna su
MilanoToday è in caricamento