Dramma a Milano: morto bambino di 45 giorni affidato alla baby sitter

E' stata proprio la donna a chiamare il 112. Probabile un rigurgito. Il piccolo è morto durante il trasporto al Buzzi

Repertorio

Tragedia in largo Gelsomini, zona Lorenteggio, nel primo pomeriggio di venerdì 5 ottobre: un bambino di appena 45 giorni è deceduto all'interno di un appartamento. 

Non è ancora nota l'esatta ragione della morte del piccolo. L'allarme, da quanto si apprende, è stato lanciato alle due del pomeriggio da una donna di 33 anni, che ha telefonato al numero di emergenza 112. Immediato l'arrivo dei sanitari che hanno effettuato le manovre di rianimazione sul posto e poi hanno portato il neonato all'ospedale Buzzi. 

Ma il piccolo non ha retto ed è morto mentre era ancora sull'ambulanza. I carabinieri, che si sono recati a loro volta nell'appartamento di largo Gelsomini, escludono che ci fossero segni di violenze sul bambino, che quindi sarebbe deceduto per cause naturali, forse un rigurgito.

La 33enne che ha lanciato l'allarme è una baby sitter: a lei i genitori del neonato avevano affidato anche il fratellino di lui.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, guardia giurata travolge motociclista, vede che è morto e si spara in testa: il dramma

  • Giovane morto travolto da un treno del metrò: Cassazione condanna l'agente di stazione di Atm

  • Milano, guardia giurata di 26 anni si spara in testa dopo un incidente mortale: chi era Flavio

  • Primark apre un altro negozio milanese: il 4 dicembre inaugura il mega store al Fiordaliso

  • Influencer per sfida in piazza Duomo, torna la seconda volta: identificata con l'autista

  • "Raffiche di vento fino a 75 chilometri orari": a Milano scatta l'allerta meteo gialla

Torna su
MilanoToday è in caricamento