"Spaventose crepe sotto tangenziale Est". Milano Serravalle: "Nessun rischio"

"Spaccature e trame in ferro visibili a occhio nudo", segnala un lettore. Ma l'ente che gestisce l'autostrada rassicura: "Distacchi di calcestruzzo non motivano alcuna preoccupazione"

Ponte tangenziale Est (foto Nicholas Vaccaro)

"Sotto la tangenziale Est, in corrispondenza di via Rubattino c'è un evidente ammaloramento del cemento in corrispondenza delle giunture. Le crepe e le trame in ferro sono visibili ad occhio nudo", è quanto segnala Nicholas Vaccaro a MilanoToday. L'ente che gestisce l'autostrada però dichiara: "La situazione è nota alla Società e non presenta nessun rischio per la sicurezza della struttura e degli utenti".

Sotto al Viadotto dei Parchi, questa la denominazione del punto della Est dove il cemento risulta particolarmente danneggiato, si vedono chiaramente delle parti mancanti di calcestruzzo. Milano Serravalle, tuttavia, sentita dalla redazione, afferma: "Il viadotto è stato realizzato nel 1973 e presenta una struttura di impalcato (la soletta sulla quale transitano i veicoli) in calcestruzzo armato, con giunti di dilatazione (le interruzioni della struttura che si vedono dal basso, sotto il viadotto) presenti in ciascuna delle campate. In corrispondenza di alcuni dei giunti, per effetto sia dell’inquinamento atmosferico, sia dell’azione dell’acqua piovana, si sono manifestati fenomeni di distacco di frammenti del calcestruzzo superficiale e limitata corrosione delle armature che, pur meritevoli di interventi di ripristino, non motivano alcuna preoccupazione nei confronti della stabilità della struttura".

Milano Serravalle, inoltre, si dice "comunque attiva costantemente per il trattamento dell’intradosso (la superficie inferiore) degli impalcati del Viadotto dei Parchi, sia attraverso il ripristino del calcestruzzo, sia attraverso l’adozione di particolari tecniche di protezione delle armature. Negli ultimi anni - continua l'azienda - la Società è già intervenuta su buona parte dei sottogiunti del viadotto in parola e gli interventi sono tutt’ora in corso". L'ente annuncia infine "lavori di riparazione dei difetti evidenziati a partire dal 25 ottobre prossimo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, tutte le scuole di Milano e provincia chiuse: ecco l'elenco dei comuni

  • Milano, primi casi di coronavirus accertati in Lombardia: 38enne ricoverato a Codogno

  • Coronavirus, altro contagio: positivo al virus un 40enne che lavora a Cesano Boscone

  • "Si è scambiata un'infezione appena più seria di un'influenza per una pandemia letale"

  • Coronavirus, primi 2 casi a Milano: contagiati a Sesto e Mediglia, "caccia" al vero paziente 0

  • Coronavirus, sale il numero dei contagiati in Lombardia: sono 47. Due casi nel milanese

Torna su
MilanoToday è in caricamento