Milano, i rifiuti sono un problema: oltre 20mila discariche abusive, arrivano le telecamere

Nel 2018 segnalate 20.313 discariche abusive. Pronte le telecamere anti incivili. I dettagli

Elettrodomestici, divani, pezzi di legno. E ancora: macerie, carcasse di auto o "resti" di moto. Tutto abbandonato "allegramente" in strada, tra i palazzi e accanto ai parchi. Milano ha un problema, evidente, con i rifiuti, che spesso - troppo spesso - vengono lasciati e gettati dove in realtà non sarebbe consentito. 

Ad ammetterlo, numeri alla mano, è stato lo stesso comune, in risposta a un'interrogazione presentata dalla consigliera leghista Silvia Sardone. 

“Nel 2018, a Milano, sono state segnalate dai cittadini 20.313 discariche abusive: questo significa che ogni giorno ai centralini di Amsa arrivano 55 richieste di intervento per raccogliere i rifiuti scaricati sui marciapiedi e a bordo strada", spiega l'esponente del Carroccio rifacendosi ai dati di Palazzo Marino.

30 tonnellate di rifiuti al giorno

Dati che, effettivamente, sono importanti: "In tutto il 2018 sono state raccolte 11.210 tonnellate di rifiuti, 30 tonnellate al giorno, derivanti da discariche abusive, una quantità in aumento rispetto al 2017 quando le tonnellate raccolte furono 9.165, 25 al giorno. Anche le segnalazioni da parte dei cittadini, che giustamente non si rassegnano a vivere in mezzo al degrado, sono in aumento - prosegue Sardone -. Erano state 17.390 nel 2016, per poi salire a 18.226 nel 2017 e a 20.313 nel 2018". 

E la mappa dei rifiuti abbandonati "premia" le periferie: "Viale Monza, via Padova, Giambellino, Lorenteggio, Quinto Romano, Affori, Bruzzano, Forlanini e Rogoredo sono i quartieri più colpiti dal fenomeno delle discariche abusive - segnala la consigliera -, un malcostume indegno per una città che si professa all’avanguardia come Milano”. 

Arrivano le telecamere contro gli incivili

Il comune, però, ha già pronta la risposta. L'amministrazione ha infatti deciso installare venti telecamere per monitorare e contrastare l'abbandono dei rifiuti. 

Amsa e palazzo Marino hanno anche già individuato "tre aree specifiche dove sperimentare una prima collocazione e attivazione". La scelta - chiariscono dal comune - è ricaduta sull'area "tra viale Monza e via Padova", una seconda "nel quartiere Giambellino Lorenteggio" e "in tre localizzazione puntuali a Quinto Romani, Affori Bruzzano e Forlanini Rogoredo". 

"È indispensabile - chiosa la consigliera del Carroccio - che il Comune, oltre farsi parte attiva del problema con maggiori controlli, aumenti gli importi delle sanzioni nei confronti degli incivili che sporcano Milano senza ritegno, in modo da fargli passare la voglia di trattare i marciapiedi come latrine".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente a Cesano, travolta da un bus Atm mentre attraversa sulle strisce: è grave

  • Milano, turista sequestrata e violentata dentro un McDonald's: le fratturano anche il naso

  • Metro linea gialla M3: uomo perde la vita, circolazione bloccata

  • Milano, mega incendio in una palazzina in via Della Torre: 50 evacuati, due bimbi in ospedale

  • La procura sequestra il Villaggio di Natale a Milano: a rischio l'apertura del mega parco

  • La Dea bendata bacia il Milanese: vincita record con il concorso di sabato del Lotto

Torna su
MilanoToday è in caricamento