Giovane padre salvato mentre vagava sulla strada pieno di tagli

Un 21enne, milanese, ma che ha vissuto buona parte della sua vita nel Salento, nella zona di Copertino (Nardò), è stato notato nella tarda serata di giovedì mentre vagava in stato confusionale

Sul posto polizia e 118

Un 21enne, milanese, ma che ha vissuto buona parte della sua vita nel Salento, nella zona di Copertino (Nardò), è stato notato nella tarda serata di giovedì mentre vagava in stato confusionale, grondante sangue, da un ragazzo che percorreva in auto la litoranea ionica. Aveva tagli su ogni parte del corpo, anche sui genitali, come riporta LeccePrima.  

L'automobilsta s’è subito fermato, poi ha composto i numeri di emergenza. Sul posto si sono recati sia un’ambulanza del 118, sia una volante di polizia del commissariato neretino, guidato dal vicequestore aggiunto Pantaleo Nicolì. Le ferite erano piuttosto preoccupanti, specie quelle nella zona del basso ventre, e quindi l’ambulanza s’è diretta a sirene spiegate verso l’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce, dove il 21enne è stato ricoverato in prognosi riservata.

Gli agenti, nel frattempo, hanno avviato l’indagine per ricostruire quanto avvenuto nelle ore precedenti. Ed hanno così scoperto la triste storia di un giovane nato e cresciuto nella terra degli ulivi, ma poi finito in Lombardia per una serie di vicissitudini. I genitori separati, poi la morte della madre.

In tutto questo, un figlio che ora ha sei mesi, nato da una relazione con una ragazza copertinese. Per sistemare alcune faccende, dunque, e vedere quel bimbo, il 21enne era tornato da una settimana nella sua terra natia. Ma qualcosa l’ha spinto verso quello che si suppone un gesto di autolesionismo estremo

E' grave, anche se non sarebbe in pericolo di vita. 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (4)

  • Avatar anonimo di Maria Fiore
    Maria Fiore

    roberto ... se fossi in te mi guarderei un po' dentro per vedere se in te c'è un po' di umanità. Una notizia così fa piangere lacrime di sangue. Può darsi che non ci sia nessuno che abbia potuto star vicino ad un ragazzo così?

    • Hai ragione Maria. Fa piangere lacrime di sangue, specialmente a chi ha cresciuto e amato questo ragazzo per vent'anni. A chi l'ha visto nascere. Voglio dirti che qui non si tratta di mancanza di affetti. Non è che al ragazzo gli sia mancato qualcuno che gli stesse vicino. Quello che gli è mancato è l'opportunità di vivere dove voleva, ovvero vicino alla sua bambina. Gli è mancata l'opportunità di un lavoro che gli permettesse di stare nel paese dove vive la sua bambina. Questo stato criminale sta mietendo vittime di ogni età e condizione sociale.

  • notizia interessante

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Alba di sangue a Milano, ragazzo accoltellato al culmine di una rissa fuori dalla discoteca

  • Politica

    La doppia anima di Milano: sovranisti in piazza Duomo, proteste in varie zone della città

  • Certosa

    Omofobia, sega in mano e passamontagna in testa: cerca di aggredire il vicino gay, arrestato

  • Navigli

    Milano, rissa a bordo del treno: passeggeri si prendono a bottigliate, arrestati dalla polizia

I più letti della settimana

  • Milano, aggredisce i poliziotti con un coltello: "Vi sgozzo, paese di me...", 23enne arrestato

  • Incidente in A8, Suv tampona camion e si ribalta: morti due ragazzi, altri due feriti. Foto

  • Volo Alitalia Milano-New York riatterra dopo pochi minuti a Malpensa

  • Sciopero generale dei mezzi: a Milano venerdì rischio stop a metro, tram, autobus Atm e treni

  • Milano, ragazza di 18 anni violentata al parco: l'ultimo bicchiere di whisky, poi lo stupro

  • Metro ferma a Milano, stop ai treni della M2: "Problema alla rete", caos autobus sostitutivi

Torna su
MilanoToday è in caricamento