Omicidio di Villa Litta, i figli accusano: "Le telecamere del parco miravano verso i tetti"

Dunque "qualcuno delle responsabilità ce le ha: c'è un balordo ancora in giro, chissà dove"

Foto Guarino

Si lamentano per il mancato controllo del "corretto funzionamento" delle telecamere di sorveglianza, cosa che, fino ad ora, non ha consentito di "dare un volto nitido dell'assassino" di loro madre i figli di Marilena Negri, la donna di 67 anni uccisa all'alba del 23 novembre 2017 mentre si trovava nel parco di Villa Litta a Milano con il suo cane.

Valentina, Luca e Andrea, in una lettera esprimono "il loro punto di vista" su "questo anno e mezzo di indagini culminate nel nulla", visto che è imminente una richiesta di archiviazione del caso, e puntano il dito contro il "sistema di videosorveglianza della città" del quale "sarebbe il minimo" verificare "puntualmente il corretto funzionamento".

Video: le immagini del presunto killer

Invece, la mattina del delitto, gli obiettivi delle telecamere installate vicino a dove è stato trovato il corpo senza vita della signora Negri puntavano "verso gli uccelli, sui tetti".

Dunque "qualcuno delle responsabilità ce le ha: c'è un balordo ancora in giro, chissà dove, che potrebbe rovinare altre vite".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (2)

  • Con un buon avvocato penso che potrebbero chiedere un notevole risarcimento sia al Comune che alla società che ha installato le telecamere o che e' responsabile della manutenzione.

    • Sognare non costa niente...

Notizie di oggi

  • Video

    Area B, Granelli: "Iniziati test verifica, da giovedì aperto l’info point"

  • Incendi

    Milano, incendio a Quarto Oggiaro: fiamme in una palazzina abbandonata di via Grassi

  • Cronaca

    Milanese trovato morto in Kenya: forse aggredito da ippopotamo mentre correva

  • Cronaca

    Non si ferma all'alt: folle inseguimento, poi sperona l'auto dei carabinieri e scappa a piedi

I più letti della settimana

  • Milano, l'ex concorrente del Gf minacciato in stazione Centrale: "Aggredito per la droga"

  • Lascia una ragazza morta dopo lo schianto, fugge e manda il padre: fermato il "pirata"

  • Incidente in piazzale Cardorna: autobus Atm travolge volanti della polizia, due agenti gravi

  • Mobili "rubati" o venduti a parenti con i prezzi falsi: maxi truffa da Ikea, 30 lavoratori nei guai

  • Milano, tragedia sfiorata nella fermata metro a Loreto: cede gradino della scala mobile

  • Milano, lavori in metropolitana: M2 "tagliata", niente metro verde in alcune fermate, dettagli

Torna su
MilanoToday è in caricamento