homemenulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsapptelegramcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Il papa ai ragazzi: "Siate santi, tendete ad alti ideali"

80mila a San Siro per l'incontro con il pontefice: "Fate vostri i doni di Dio". In piazza Duomo, al mattino, fermato un balordo "vestito da inquisitore"

Il papa saluta ed entra a San Siro

Papa Benedetto XVI, nel suo secondo giorno "milanese", ha incontrato sabato 2 giugno i cresimanti 2012 a San Siro. Ad accoglierlo, con un boato di gioia, circa 80mila persone. Lo stadio era pieno in ogni angolo.

Come in una lezione preparatoria per il sacramento della cresima, ha ricordato ai ragazzi i "doni dello Spirito", "realtà stupende che vi permettono di formarvi come cristiani, di vivere il Vangelo e di essere membri attivi della comunità": la sapienza, l'intelletto, il consiglio, la fortezza, la scienza, la pietà, il timore di Dio.

Li ha quindi esortati ad avvicinarsi con continuità al sacramento dell'eucaristia, a partecipare sempre alla messa domenicale, ad accostarsi al sacramento della confessione e a praticare ogni giorno la preghiera, ed anche ad "essere frequentatori assidui del vostro oratorio".

Ha ricordato quindi altre virtù, come l'obbedienza in famiglia, l'impegno nello studio, la disponibilità e generosità verso gli altri, "vincendo la tentazione di mettere al centro voi stessi, perché l'egoismo è nemico della gioia". Ed infine, ha invitato a puntare "a cose grandi", e "se il Signore vi chiama a seguirlo sulla via del sacerdozio o della vita consacrata - ha affermato -, non ditegli di no! Gesù vi riempirà il cuore per tutta la vita!".

Durante l'incontro Benedetto XVI ha incontrato due giocatori simbolo di Inter e Milan: Baresi e Javier Zanetti. Gli è stata donata uan maglia personalizzata. 

In mattinata qualche momento di tensione in piazza Duomo, quando un folle in saio "vestito da inquisitore" ha inveito contro il Santo Padre. L'uomo, che ha 65 anni, ed è residente nel Mantovano, è stato accompagnato in Questura dai poliziotti dopo essersi rifiutato di allontanarsi. Dai controlli successivi, è risultato che ha precedenti per furto, lesioni, ricettazione e turbamento di funzioni religiose. Il 22 aprile, a Mantova, aveva interrotto una funzione religiosa vestito con un saio simile a quello indossato stamattina.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di uno qualsiasi, ai ragazzi: leggete, studiate, tendete alla verità
    uno qualsiasi, ai ragazzi: leggete, studiate, tendete alla verità

    Uno spartano domandò a un sacerdote che voleva confessarlo: "A chi devo confessare i miei peccati, a Dio o agli uomini?". "A Dio", rispose il prete. "Allora, ritirati, uomo". Plutarco (ca. 46-125), Detti dei Lacedèmoni

Notizie di oggi

  • Cultura

    Salone del Libro, addio Lingotto: gli editori preferiscono Milano

  • Milano Centro

    Ancora un violento nubifragio su Milano: diverse zone senza corrente

  • Cronaca

    Il Milan lancia un appello per ritrovare Benitez, ex calciatore scomparso da giorni

  • Incidenti stradali

    Pirata della strada investe un 78enne in bici, scappa e poi ritorna: l'anziano è grave

I più letti della settimana

  • Presto nuovi autovelox a Milano: ecco dove

  • Caos in Stazione Centrale a Milano: metro gialla e verde interrotte e strade chiuse

  • Milano, chiusa la stazione metro di Zara per “motivi di sicurezza”: poliziotti sul posto

  • Incidente nella notte sull'A4 a Cambiago: 7 feriti, muore un milanese

  • Ciclista di 81 anni travolto e ucciso da una macchina

  • Le fermate del treno sono "chiuse per droga": servono solo a spacciatori e clienti

Torna su
MilanoToday è in caricamento