Tutela ambientale per la via Gluck, ma Celentano è contrario

Il "molleggiato" ringrazia chi "si è speso" e capisce "l'affetto" ma dice: "E' una delle vie più brutte d'Italia"

Via Gluck

Mettere il vincolo su via Gluck? No, grazie. A esprimere il suo parere contrario sulla tutela alla via che diede i natali ad Adriano Celentano è proprio lui, il "molleggiato", il cui giudizio è netto: "Via Gluck è una delle vie più brutte d'Italia", ha detto all'indomani della decisione della giunta di Milano di chiedere la tutela paesaggistica per la strada (oltre che per altri tre punti di Milano).

"Ringrazio gli amici della Martesana - ha detto Celentano - e tutti coloro che si sono adoperati per dare lustro a via Gluck, anche se, pur comprendendo la motivazione affettiva nei miei confronti, non sono affatto d'accordo che sia un bene da tutelare come area di notevole interesse pubblico". L'assessore all'urbanistica Lucia De Cesaris ha però precisato che non si tratta di "interesse pubblico generale", bensì di "preservare alcuni elementi storico-culturali ancora presenti e alla base della forte identità di tipo popolare dei caseggiati da ringhiera".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, turista sequestrata e violentata dentro un McDonald's: le fratturano anche il naso

  • Primark apre un altro negozio milanese: il 4 dicembre inaugura il mega store al Fiordaliso

  • Giovane morto travolto da un treno del metrò: Cassazione condanna l'agente di stazione di Atm

  • La procura sequestra il Villaggio di Natale a Milano: a rischio l'apertura del mega parco

  • Incidente a Milano, perde il controllo dell'auto: finisce nel ristorante, paura in piazzale Martini

  • Influencer per sfida in piazza Duomo, torna la seconda volta: identificata con l'autista

Torna su
MilanoToday è in caricamento