Fanuc italia dona 25mila all’ospedale Sacco di Milano e supporta la produzione delle aziende italiane in prima in linea contro il coronavirus

Con sede a Lainate (MI), la filiale italiana del Gruppo giapponese si impegna a fornire consulenza gratuita su automazione industriale e robotica per aiutare ad incrementare la produzione di beni e macchinari chiave nella lotta al Covid-19

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MilanoToday

FANUC Italia, filiale italiana del Gruppo giapponese leader mondiale di automazione di fabbrica, ha deciso di effettuare una donazione di 25.000 euro a favore dell’Ospedale Sacco di Milano, una delle strutture sanitarie maggiormente impegnate nella cura e nel contenimento del Coronavirus, e di fornire gratuitamente servizi di consulenza in ambito automazione industriale e robotica per supportare la produzione delle aziende italiane in prima linea nella lotta all’epidemia. Donazione all’ASST Fatebenefratelli Sacco di Milano In considerazione dell’attuale situazione di emergenza indotta dalla diffusione del Coronavirus, FANUC Italia offre il proprio contributo economico alla struttura sanitaria milanese per l’acquisto delle apparecchiature necessarie e per l’ampliamento dei posti letto disponibili nel reparto di Terapia Intensiva. “In qualità di cittadino, ma soprattutto a nome di FANUC Italia, vorrei esprimere la più sentita gratitudine per gli sforzi che il personale ospedaliero di tutta Italia e in particolare i sanitari dell’Ospedale Sacco di Milano stanno compiendo in questi lunghissimi giorni”, ha commentato Marco Ghirardello, Managing Director di FANUC Italia. Supporto alla produzione di beni chiave nella lotta al Coronavirus FANUC Italia è inoltre disponibile a supportare le aziende che si trovano in una situazione di emergenza produttiva elaborando gratuitamente studi di fattibilità per l’implementazione di soluzioni di automazione industriale e di robot collaborativi. L’utilizzo della robotica collaborativa permette alle imprese non solo di aumentare la loro capacità produttiva, ma anche di mantenere le distanze di sicurezza (almeno 1mt) tra gli operatori. In questo modo, il Gruppo giapponese si impegna a supportare la produzione dei beni e degli strumenti fondamentali per il contenimento del Coronavirus – come ad esempio kit diagnostici e ventilatori polmonari. “Il momento che stiamo attraversando chiama tutti noi a fare il nostro dovere affinché la Lombardia, e con essa l’Italia intera, possa superare questa difficile situazione. Noi di FANUC Italia, oltre al contributo economico a favore dell’Ospedale Sacco e al supporto gratuito garantito alle aziende in prima linea contro il Covid-19, abbiamo attivato fin da subito misure di Smart Working per contenere il contagio, ben oltre le indicazioni prescritte dalle normative. Intraprendenza e resilienza sono due pilastri fondamentali che guidano il nostro operato quotidiano e che siamo sicuri ci aiuteranno anche in questa dura prova.” – conclude Marco Ghirardello, Managing Director di FANUC Italia.

Torna su
MilanoToday è in caricamento