Milano sempre più cinese: palazzo Broggi venduto per 345 milioni

Idea Fimit, la società che gestiva lo storico palazzo in piazza Cordusio, ha ufficializzato la cessione. Il nuovo proprietario è "Fosun", compagnia conglomerata privata cinese. I dettagli

Palazzo Brogi è stato venduto per 345 milioni - Foto Wikipedia

Per trentuno lunghi anni, sede della Borsa di Milano, prima della costruzione e dell’apertura di Palazzo Mezzanotte. Per altri importanti anni, “residenza” dell’Unicredit. Da mercoledì “semplicemente” un palazzo nel cuore di Milano, ma di proprietà di un fondo cinese, che deciderà quale sarà il suo prossimo futuro. 

Lo storico Palazzo Broggi di Piazza Cordusio è stato ceduto da “Idea Fimit sgr”, la società che ne deteneva la proprietà a un fondo internazionale. 

“Il Fondo Omicron Plus, fondo immobiliare di tipo chiuso riservato ad investitori istituzionali - si legge nell’annuncio dell’azienda - ha venduto l’immobile ad un investitore internazionale per un importo d €345.000.000”.

Il “fondo internazionale” in questione è, a meno di clamorose sorprese, “Fosun”, la più grande compagnia conglomerata privata della Cina. Il loro interesse era ormai noto da tempo e il closing è arrivato puntuale. 

La “squadra” cinese ha battuto la concorrenza del gruppo immobiliare Hines, che pure poteva contare sull’appoggio di un fondo di Abu Dhabi, del fondo sovrano di Singapore e dell’accoppiata europea Prelios e London regional properties. 

Il Broggi, insomma, diventa del Dragone e sono tanti i dubbi su quale sarà il suo prossimo utilizzo. Quel che è certo è che dopo l’annuncio della imminente costruzione di “Giardini d’inverno”, il palazzo super lusso (cinese) che sorgerà a due passi da Centrale e Garibaldi, i fondi cinesi stanno entrando sempre più nel cuore di Milano. 
 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (9)

  • Insieme al palazzo non potevano dargli anche Renzi?

  • Avatar anonimo di Diegone
    Diegone

    Sara' almeno 10 anni che i cinesi stanno comprando Milano, molto meglio loro dell'invasione dei soldi delle mafie meridionali degli anni 80-90, e poi sono persone educatissime, rispettose, con una tradizione culturale di 6.000 anni, noi al loro confronto siamo barbari, inoltre vi consiglio, se volete risollevare le vostre finanze, di andare a fare un giro in Chinatown zona Paolo Sarpi, unico posto a Milano dove l'economia cresce sempre e bene, le case non perdono valore, girano tanti soldini, ed in contanti, ciao.

    • be a parte che ogni tanto in paolo sarpi si ammazzano tra di loro in effetti meglio i cinesi che i meridionali

      • Avatar anonimo di Diegone
        Diegone

        In effetti se Lei si riferisce al mio post Le faccio notare che parlo di soldi delle mafie meridionali che nulla hanno a che fare con il 99% dei meridionali onesti che fra l altro collaborano spesso con i cinesi laboriosi,saluti.

    • Non li osannare i cinesi, perché quando si saranno comprati Milano, non pensare di vedere italiani lavorare per loro. E se si, schiavizzati peggio dei cinesi stessi...

      • Stanno semplicemente rendendoci...pan per focaccia! E se ti daranno lavoro lavorerai, come si conviene, per loro. Io sono interessato a portare a casa uno stipendio: non mi frega assolutamente nulla da chi provenga!

      • Avatar anonimo di Diegone
        Diegone

        IL verbo osannare e' esagerato, sto solo sottolineando la laboriosita', produttivita', la millenaria cultura, il rispetto per gli anziani, la dedizione al lavoro ed al sacrificio,la simpatia ed educazione che hanno in comune tantissimi cinesi, qualita' un tempo tipiche anche di noi italiani soprattutto qui al nord ma che ora sono scomparse ,sopraffatte da invidia, gelosia cattiva e pochissima voglia di fare sacrifici. Solo per farle un esempio lei provi a far attraversare sulle strisce pedonali una donna cinese, vedra' che si mettera' a correre per farla aspettare il meno possibile e la guardera' con un grande sorriso ringraziandola a voce, la stessa cosa la facccia con una italiana, ti guarda male subito, rallenta come se volesse far valere i "suoi diritti" e spesso la invia a quel paese, questa e' l'Italia di oggi, e per questo ai ragazzi dico: scappate da qui prima possibile, vi aspettano solo 20-30 anni di sacrifici, nessuna pensione in vista, e tutto per ripagare le ruberie e le delinquenze delle generazioni nate nel secolo scorso, specialmente quelle degli attuali 70-80enni, cosi' non va bene , amen , ciao.

        • Ma che dici....non c'è un attività cinese che rispetta le regole aprono solo per riciclare denaro proveniente dalla mafia cinese......la millenaria cultura cinese fa si che in patria ci sia il comunismo ed ogni religione sia vietata e perseguita......i cinesi vanno cacciati altro che....

          • Ormai siamo accecati da tutto questo "amore" verso gli stranieri. Intanto 120.000 italiani sono già andati all'estero in 2 anni.

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Accoltellarono Niccolò Bettarini: condannati i quattro aggressori

  • Cronaca

    Pizza servita cruda nelle scuole di Milano: "C'è anche un bambino che si è sentito male"

  • San Siro

    Via Morgantini: passerelle attorno alle case Aler per la caduta dell'intonaco

  • Cronaca

    In trasferta per lavoro: avvocato milanese muore mentre entra in tribunale a Torino

I più letti della settimana

  • Tassista travolto e ucciso da due auto mentre soccorre due feriti, "pirata" scappa. Foto

  • Milano, sciopero dei mezzi Atm per lunedì 21 gennaio: metro, bus e tram si fermano per 4 ore

  • Spari in un bar di Milano: ferito da colpi di fucile, è gravissimo

  • Biglietti Atm a 2 euro, ecco il nuovo costo degli abbonamenti

  • Tassista ucciso mentre soccorre i feriti: preso il ragazzo fuggito dopo il primo schianto. Foto

  • Incidente in Fulvio Testi, ambulanza si ribalta dopo lo schianto con un'auto: tre feriti

Torna su
MilanoToday è in caricamento