Milano, il Comune cerca le guardie ecologiche volontarie: aperto il bando

Le Gev, dopo un corso di formazione, dedicheranno almeno 14 ore al mese al controllo dei parchi e aree verdi. Possono sanzionare chi non rispetta il regolamento del verde

Gev al lavoro (Foto Comune di Milano)

Il Comune di Milano cerca guardie ecologiche volontarie: persone che dedicano parte del loro tempo libero alla salvaguardia dei parchi e delle aree verdi della città. Il bando è aperto dal 21 novembre 2018 al 10 gennaio 2019. Attualmente le Gev in servizio a Milano sono 196 e nel 2017 hanno totalizzato 31 mila ore di servizio di cui il 70% nella vigilanza diretta del territorio, con 790 relazioni di servizio.

Nell'attività di educazione ambientale sono stati coinvolti circa 8 mila alunni delle scuole elementari con interventi sui temi dell'acqua, aria, verde, rifiuti, energia e risparmio energetico. Attraverso il bando ci si iscrive ad un corso di formazione teorico e pratico di circa 60 ore (26 lezioni che si terranno in via Boeri 7, presso la scuola della polizia locale di Milano), al termine del quale occorre sostenere un esame.

Le Gev sono pubblici ufficiali con funzioni di polizia amministrativa e accertano e sanzionano gli abusi di propria competenza, principalmente il regolamento del verde. Alle Gev è chiesto di dedicare almeno 14 ore al mese nella vigilanza e controllo del verde pubblico per prevenire, segnalare o accertare fatti e comportamenti errati nei parchi cittadini.

Dotati di una sede in ogni Municipio, le Gev hanno a disposizione tutti gli strumenti tecnici di lavoro, tra cui auto, biciclette e smartphone da usare in servizio e avranno anche la possibilità di avere un abbonamento annuale Atm pagato al 70% dal Comune.
 
"Innanzitutto voglio ringraziare – ha detto la vicesindaco Anna Scavuzzo – tutte le guardie ecologiche volontarie del Comune di Milano che quotidianamente mettono a disposizione il loro tempo per il bene collettivo: difendere e tutelare il verde, farlo apprezzare e rispettare e spiegarne il valore ai più giovani. Un impegno serio e importante che serve alla città: per questo lavoriamo per aumentare il numero di Gev che operano nei nostri parchi e promuovere questo prezioso servizio che migliora il benessere e la vivibilità delle nostre aree verdi".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (4)

  • Andrea, si chiama volontariato........senso del dovere, amore per il territorio, rispetto della natura

    • non c'è bisogno di volontariato per rispettare la natura, basterebbe il buon senso delle persone

  • ovviamente tutto gratis

  • Eccellente

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Travolta da un treno in stazione a Locate, donna di 30 anni perde entrambe le gambe: treni in tilt

  • Cronaca

    Fabrizio Corona torna in carcere: avrebbe violato le disposizioni del tribunale

  • Cronaca

    Milano, vento molto forte: raffiche fino a 90 km/h, centinaia di chiamate ai vigili del fuoco

  • Cronaca

    Gioiellieri statunitensi truffati a Milano: ripagati da un cliente con 360mila euro false

I più letti della settimana

  • Incendio bus sulla Paullese: autista dirotta e dà fuoco al mezzo: "Voglio vendicare i morti in mare"

  • Fabrizio Corona torna in carcere: avrebbe violato le disposizioni del tribunale

  • Autista dirotta autobus con ragazzini e poi gli dà fuoco: "Da qui non esce vivo nessuno"

  • Meningite, morta Federica: ragazza di 24 anni

  • Ragazzino fermato dalla polizia chiama i genitori, ma loro sono due ricercati: arrestati

  • "C'è una bomba vicino al Duomo": telefonata fa scattare l'allarme, denunciato mitomane

Torna su
MilanoToday è in caricamento