I falchi pellegrini in cima al Pirellone: in diretta la nascita dei pulcini

Già nel 2014 i rapaci erano comparsi sul grattacielo

Le uova e la cova

La partnership tra il Consiglio Regionale della Regione Lombardia, Sinapto (azienda con sede a Milano, attiva nei servizi di consulenza per lo sviluppo di soluzioni web e IT) e Pellegrini Milano ha reso possibile la visione in diretta streaming della storia di Giulia e Giò, due falchi pellegrini che hanno deposto tre uova sul tetto del grattacielo Pirelli negli scorsi giorni. Sotto, la diretta con la webcam sul nido. 

Il falco pellegrino ha una lunghezza compresa tra 34 e 58 cm, e un'apertura alare di 80–120 cm. Maschi e femmine hanno piumaggio simile ma, come in molti altri rapaci, sono caratterizzati da un marcato dimorfismo sessuale per cui le femmine sono circa il 30% più grandi dei maschi. E' uno degli animali più rapidi in natura: in picchiata tocca i 300 km/h. Il peso varia quindi dai 440-850 g dei maschi, ai 750-1250 g delle femmine. La coda, dello stesso colore del dorso ma con striature nette, è lunga, sottile e arrotondata alla fine con una punta nera e una banda bianca a ciascuna estremità. La testa nera contrasta con i fianchi chiari del collo e la gola bianca. La "cera" del becco e le zampe sono gialle, mentre il becco e gli artigli sono neri. La punta del becco ha un intaglio, risultato di un adattamento biologico, che permette al falco di uccidere le prede spezzando loro le vertebre cervicali del collo. I giovani immaturi sono caratterizzati da un colore più bruno con parti inferiori striate che invece che barrate; la "cera" e l'anello orbitale è blu pallido.

Non è la prima volta che questi esemplari manifestano il proprio interesse per la città. Infatti, già nel maggio del 2014, durante lavori di manutenzione nel sottotetto del Grattacielo Pirelli, furono ritrovati casualmente due pulcini di falco Pellegrino. Particolarità della nidificazione di questa specie è l’altezza, che misura in ambiente urbano circa 125 metri. Fortunatamente questa volta la scoperta del nido, avvenuta prima della schiusa delle uova (prevista entro Pasqua), ha consentito lo sviluppo di un vero e proprio progetto, che permette di guardare la diretta streaming 24 ore al giorno della cova.

In veste di partner tecnologico del progetto e in collaborazione con un pool di volontari guidati dal Consiglio Regionale, Sinapto si è occupata della fornitura, installazione e configurazione di apparati di acquisizione e storage delle immagini ad alta risoluzione, che vengono registrate automaticamente ogniqualvolta si verifichi un movimento nel nido. Grazie a una connessione in fibra ottica dedicata, il filmato può essere visionato online in tempo reale

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Cade in bicicletta, gravi condizioni per un professore del Politecnico

    • Incidenti stradali

      Incidente in viale Legioni Romane, 80enne investito sulle strisce da un anziano: è in coma

    • Cronaca

      Si rifà il naso per 57mila euro, poi minaccia il medico: arrestato tronista di Uomini e donne

    • Cronaca

      Politecnico: armati di coltello, accerchiano gli studenti e li rapinano di cellulari e soldi

    I più letti della settimana

    • Milano, il comune lancia un bando da 540mila euro per le associazioni di periferia

      Torna su
      MilanoToday è in caricamento