Andrea Mascaretti: Assessore alle Aree Cittadine e Consigli di zona

Andrea Mascaretti, subentrato ad un collega dimissionario, è l’Assessore alle Aree Cittadine e Consigli di Zona. Suo è il compito di coordinare l’attività tra i vari organi politici locali. Tra le curiosità, una laurea di Ingegneria Aerospaziale

Subentrato ad un collega dimissionario, classe 1965, Mascaretti è l’Assessore del Comune di Milano alle Aree Cittadine e Consiglio di Zona. Diplomato al liceo scientifico, ha poi conseguito una laurea in Ingegnaria Aerospaziale al Politecnico di Milano.

Tra i compiti del suo Assessorato:
-    Definizione delle politiche di raccordo tra i vari organi politici.
-    Coordinamento dei rapporti tra Sindaco, Giunta e Consiglio di Zona.
-    Promozione dell’interazione tra gli organi istituzionali.
-    Controllo sulla realizzazione delle iniziative degli Assessorati.
-    Controllo qualità sui servizi della pubblica amministrazione.
-    Rapporto con Provincia e Comuni per coordinamento delle attività territoriali.
-    Coordinamento del progetto “One Dream, One City”.
-    Controllo sulla fondazione “Welfare Ambrosiano”.

La vera professione di Mascaretti, oltre alla politica, è molto probabilmente l’imprenditoria. Dal suo curriculum si apprende infatti che dal 1989 al 2004 è stato amministratore di una impresa edile, mentre dal 1998 al 1999 è stato presidente di una cooperativa di servizi.

La sua esperienza nelle public relations l’ha maturata dal 1997, come amministratore delegato di una società di comunicazione e pubbliche relazioni. Carica che ancora ricopre. Tra le sue altre “professionalità”, spunta sul suo curriculum giornalista.

Tra gli argomenti che gli stanno più a cuore sembrano esserci anziani, a cui vorrebbe poter fornire “posti di sollievo”, ovvero posti in strutture già esistenti dove possono essere seguiti per brevi periodi di tempo. Un modo anche per sollevare temporaneamente le famiglie da questo tipo di compiti, spesso gravosi.

Importante per Mascaretti anche il tema dell’accattonaggio e della schiavitù relativa e il rispetto e la salvaguardia degli animali.

Dal punto di vista artistico, in campagna elettorale, l’assessore ha anche proposto la possibilità di esporre lavori di artisti nei pannelli bifacciali delle pensiline dei mezzi pubblici.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ubriaco fradicio alla guida, accosta e ferma i vigili: "Documenti grazie, devo farvi la multa"

  • Incidente a Trezzano, auto passa col rosso e si schianta con 2 macchine: 12enne gravissimo

  • Milano, incidente in via Trevi: Smart si ribalta e piomba dentro al negozio di kebab, un morto

  • Sete dopo la pizza? Ecco perchè ti viene

  • Gabriele e Risqi, morti nel tragico schianto in autostrada: la loro auto è finita sotto un tir

  • Mezzi, a Milano si attende in media 9 minuti ogni giorno; e ce ne vogliono 43 per arrivare a destinazione

Torna su
MilanoToday è in caricamento