Olimpiadi, gradimento record: favorevoli quasi 9 milanesi su 10. Cio: "Candidatura solida"

L'indice di gradimento è dell'87% a Milano e dell'81% in Lombardia. I dati

Prosegue il sogno olimpico di Milano per i giochi invernali del 2026.  E cresce anche l'entusiasmo intorno alla candidatura. Secondo l'ultimo sondaggio del Cio, l'indice di gradimento è dell'87% a Milano e dell'81% dei lombardi, a favore l'83% degli italiani e l'80 percento dei veneti. Una cifra ben distante rispetto alla percentuale dei favorevoli a Stoccolma, che si ferma al 53% di gradimento.

Milano-Cortina: "Candidatura solida"

E la candidatura di Milano è solida: "Abbiamo ricevuto una straordinaria candidatura, il team ha messo impegno, passione ed esperienza; tutto ciò rende decisamente la candidatura di Milano-Cortina molto solida", ha dichiarato Octavian Morariu alla guida della delegazione del Cio che nei giorni scorsi ha girato la Lombardia e il Veneto per la candidatura di Milano e Cortina. 

E l'Italia sembra essere in vantaggio rispetto alla candidatura di Stoccolma: nella giornata di venerdì, infatti, il sottosegretario allo sport Giancarlo Giorgetti ha dichiarato che il Governo sarà da garante per i giochi. Garanzie che, per il momento, mancano per la candidatura svedese. "Come nello sport, è una gara, c'è sempre qualcuno più avanti ma il traguardo lo raggiunge chi fa il massimo sforzo. Ci sono anche gli ultimi cento metri, possiamo portare pazienza fino alla fine di aprile e vedere cosa succederà poi - ha detto Morariu -. Il 12 aprile è la data stabilita per fornire le garanzie, non so se le riceveremo tutte. Quello che importa è che abbiamo tempo per analizzarle e farle approvare dalla commissione entro il 24 giugno. Questa è la scadenza valida per tutto".

Sala: "Vogliamo vincere, giochi nuovo punto di svolta dopo Expo"

"Noi vogliamo vincere. Ho detto tantissime volte al Cio che Expo 2015 è stato il punto di svolta per tutti. Ora ne cerchiamo un altro, perché Milano nella sua storia ha dato il meglio di sé nei momenti di cambiamento — ha dichiarato in conferenza stampa il sindaco di Milano Giuseppe Sala —. Noi dobbiamo già muoverci come se fossimo gli assegnatari perché gli anni passano in fretta. Noi vogliamo impegnarci in questo nuovo sogno".

"È veramente necessario portarci avanti con il lavoro: sugli impianti, le infrastrutture ci stiamo già muovendo senza aspettare la decisione — ha proseguito il primo cittadino —. C'è un secondo grande percorso di lavoro su cui ci stiamo lavorando, cioè la governance e la formula più adatta per gestire l'evento, c'è l'esempio di Torino ed Expo".  L'obiettivo è che gli interventi possano continuare a vivere dopo le Olimpiadi, e dare "i frutti più avanti. A volte rimane l'amaro in bocca perché il territorio non riesce a capitalizzare lo sforzo, quello che succede dopo dipende da quello che hai pensato prima", spiega Sala.  Quanto si costi, "Siamo abbastanza sicuri di coprire le spese, è fondamentale la partecipazione del governo che ci ha chiesto di tenere a mente il  riutilizzo delle strutture e contiamo sul settore privato, come con Expo, che capisce il valore dei Cinque cerchi", conclude il primo cittadino di Milano.

Fontana "Importate governo, serrare le fila per vincere insieme"

"Non solo le istituzioni e tutti coloro che, a vario titolo, vivono da vicino il percorso di questa candidatura, ma anche i milanesi, i lombardi, i veneti e più in generale gli italiani, hanno compreso l'importanza di raggiungere questo traguardo — ha dichiarato il governatore della Lombardia Attilio Fontana —. Le sensazioni sono positive, ma ora è vietato abbassare la guardia. Anzi da qui a giugno dobbiamo serrare le fila per una volata finale che deve vederci vincitori".

Il governatore lombardo ha sottolineato quanto "sia importante l'intervento del governo che ieri, attraverso il vicepremier e ministro dell'Interno e il sottosegretario alla presidenza del Consiglio con delega allo sport, ha confermato piena sintonia e massima collaborazione per arrivare a centrare un obiettivo storico. Avanti tutta, dunque con la 'squadra-Italia' con la certezza che ognuno farà il possibile per portare in Italia la fiaccola olimpica".
 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (8)

  • Ma sistemate le strade che mi sembra di vivere in un rudere

  • Soltanto a fronte di traguardi ambiziosi, si hanno accelerazioni per la realizzazione di progetti che investono ogni settore. Ergo, lavoro.

  • Ma la finite di scrivere stronzate o no? Forse avete intervistato dei milanesi come voi, 9 su 10, hahaha...

  • Ragionamenti da fessacchiotti, il virus del bastian contrario alberga in voi, fatevi curare, parlare sempre a sproposito al giorno d'oggi fa figo? No fa fessacchiotto

  • Dal mio punto di vista penso che la città possa essere idonea a poter gestire un evento del genere se finiranno le numerose infrastrutture ancora in corso...il collegamento con Linate dal centro città doveva essere fruibile già in expo se non erro! Quello che mi fa disgusto è pensare al 2026 senza voler sistemare i problemi di oggi! Sicurezza in primis, decoro e pulizia soprattutto nelle periferie, servizi migliori ai cittadini quali trasporti confortevoli e sicuri, sostegno ai più deboli soprattutto economicamente, migliorie alle scuole etc etc

  • le olimpiadi sono un disastro in italia se ha rinunciato anche la norvegia fatevi 2 riflessioni

  • Avranno chiesto a 10 amici del sindaco. E se hanno chiesto ai milanesi, avranno sondato le opinioni di quelli che vivono in qualche bella via del Municipio 1. A mia madre della periferia di Lambrate non frega proprio nulla, come a tutti i suoi vicini, che preferirebbero fossero spesi soldi per aggiustare i marciapiedi.

  • Io faccio parte degli 1 su 10

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Milano, ragazzini disturbano clienti del locale: il titolare ne accoltella uno, 18enne gravissimo

  • Attualità

    Striscione degli ultras della Lazio in piazzale Loreto: "Onore a Benito Mussolini"

  • Attualità

    Corteo per la festa della Liberazione, chiusa la fermata della metro Duomo

  • Omicidi

    Lucia, uccisa e sgozzata in casa sua a Sesto: il figlio fermato dai carabinieri per omicidio

I più letti della settimana

  • Incidente per il figlio di Gerry Scotti: ricoverato d'urgenza in ospedale a Milano e operato

  • Milano, pauroso incidente: auto finisce contro un bar e travolge una cliente, donna grave

  • Incidente sull'A7: si schianta in auto, scende a vedere e viene travolto e ucciso, morto uomo

  • Infermiere del pronto soccorso muore a 44 anni e dona gli organi: "Ciao bomba, grazie"

  • Tentato omicidio: matrimonio tra giovanissimi finisce con una sparatoria

  • Milano, il titolare di Muu Muuzarella: 'Potrei assumere subito 25 persone ma non le trovo'

Torna su
MilanoToday è in caricamento