Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Terrorista preparava la fuga in Siria: arrestato a Milano dalla Digos

 

Stava per allontanarsi dall'Italia il 30enne Nadir Benchorfi, marocchino che viveva in via Tracia nelle case popolari di San Siro ed è stato arrestato venerdì 2 dicembre 2016 dalla Digos in seguito a una indagine nei suoi confronti. L'uomo è sospettato di fare parte di una cellula terroristica di matrice islamica che lo aveva invitato in Siria: non ci era ancora andato soltanto per problemi familiari. Ma si era reso disposto a compiere attentati in Italia.

L'indagine è stata avviata a settembre 2016 dalla segnalazione di una fonte confidenziale. Il marocchino è entrato in contatto con i terroristi nel periodo in cui ha vissuto in Germania, tra il 2012 e il 2014. I suoi contatti siriani gli chiedevano denaro che spediva con regolarità verso la Palestina. La polizia ha deciso in un primo tempo di fermarlo: è stato interrogato anche dai pm che hanno coordinato le indagini, Alberto Nobili ed Enrico Pavone, poi rilasciato. Subito dopo ha capito che stava rischiando di essere arrestato e, dopo aver reso edotti di questo i suoi contatti siriani, ha pianificato la fuga. Ma non gli è stato possibile far perdere le proprie tracce: venerdì 2 dicembre gli agenti lo hanno prelevato in via Tracia e lo hanno arrestato.

Potrebbe Interessarti

Torna su
MilanoToday è in caricamento