Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sciopero fattorini Amazon, in piazza Landini: "Mole lavoro non può deciderlo l'algoritmo"

 

"Non possiamo considerare Amazon come il futuro, il nuovo modo di vivere, se dietro c'è uno sfruttamento dei lavoratori che può essere evitato. Qui parliamo di persone che in 8 ore devono consegnare anche 150 pacchi, perché lo decide un algoritmo che calcola rotte e tempi di consegna, ma che non prende in considerazione gli imprevisti come traffico, semafori rossi e altri contrattempi che possono capitare a chi guida". Così Maurizio Landini, segretario della Cgil, nel corso dello sciopero dei driver di Amazon e del presidio in piazza XXV Aprile, a Milano. 

"Vanno discusse e negoziate nuove assunzioni e condizioni di lavoro. Non possono essere decise da un algoritmo", ha aggiunto il segretario, il quale, inoltre, ha voluto rivolgere un messaggio anche ai cittadini: "Chi usa Amazon dovrebbe chiedersi cosa c'è dietro la consegna di un pacco e in che condizioni lavora la persona che lo ha portato. Bisognerebbe fare una lotta anche con il portafoglio". 

Potrebbe Interessarti

Torna su
MilanoToday è in caricamento