Francesco Poirè: “Basta scuse, campagna capillare per combattere l'Hiv fra i ragazzi”

I dati del Centro malattie sessualmente trasmesse del Policlinico non dicono nulla di buono sulle abitudini sessuali dei giovani meneghini. "Preservativi gratis e materiale informativo" è la risposta dell'Associazione Enzo Tortora che fa capo ai Radicali

"Le malattie sessualmente trasmesse sono in aumento e bisogna intervenire, lo dicono dati del Policlinico, il quadro è chiaro e disastroso, ma non bisogna aspettare e pretendere che siano i giovani a dover andare a cercare informazioni e assistenza. Noi vogliamo venir loro incontro e 'andremo a prenderli fuori da scuola', nel luogo che più frequentano e dove dovrebbero essere i protagonisti". E' così che Francesco Poirè, segretario dell'Associazione Enzo Tortora e membro del Comitato Nazionale di Radicali Italiani, ha spiegato l'iniziativa di organizzare dei tavoli davanti agli istituti superiori milanesi, a partire da settembre, come "punti di incontro dove saranno distribuiti preservativi e materiale informativo".


Sifilide, gonorrea, condilomi e hiv: tutte patologie sempre più frequenti tra i giovani milanesi, anche quest'anno, infatti, i casi registrati hanno subito un pesante incremento a sentire i dati forniti dal Centro malattie sessualmente trasmesse (Mts) del Policlinico e presentati la scorsa settimana dall'assessore Landi di Chiavenna. Il Comune ha scelto di istituire, presso la struttura ospedaliera, un ambulatorio che, anche mantenendo l'anonimato, raccoglierà problemi e domande dei giovani milanesi. "I ragazzi non sono sempre consapevoli del problema però, inoltre è più difficile che trovino il coraggio di rivolgersi ad un ospedale che è un ambiente che li può intimidire - ha spiegato Poirè - Andando fuori da scuola, invece, entriamo all'interno della loro realtà, è così più facile trovare il dialogo".

  Porteremo i preservativi gratis nelle scuole, adesso li distribuiamo nella nostra sede  


"Stiamo già contattando le varie associazioni che si occupano di questi problemi per domandare loro la collaborazione e il materiale informativo proprio in vista di settembre: appena inizieranno le lezioni inizieremo a presenziare davanti alle scuole, perché è quella la fascia su cui agire - ha spiegato Poirè - Sembra infatti che l'aumento di casi di hiv, e anche delle altre malattie, sia soprattutto da imputare alla fascia dai 14 ai 18 anni. I risultati di alcune ricerche effettuate sulla vita sessuale della gioventù milanese indicano che l'80% dei ragazzi tra i 19 e i 24 utilizza sempre il preservativo, ciò non accade per i più piccoli, forse meno informati o semplicemente più in imbarazzo nel procurarseli".


Da settembre "niente scuse": sarà l'associazione Enzo Tortora a distribuirli gratuitamente davanti alle scuole e "fino a quel momento - ha concluso Poirè - possono venire a prenderli il lunedì dalle 19 alle 24 nella nostra sede di Via Marchesi De Taddei 10, gratuitamente".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Bareggio, trovato morto l'anziano che si era perso in campagna dopo l'incidente

  • Incidente in Stazione Centrale a Milano, Frecciarossa urta il tronchino di sicurezza

  • Orrore a Milano, ragazzina di 17 anni stuprata davanti alla zia: arrestato un 29enne

  • Cercano di accoltellare Brumotti in centro a Monza: salvato dal giubbotto antiproiettile

  • Milano, tragedia nel cantiere della metro M4: Raffaele, l'uomo morto schiacciato dai detriti

  • Milano, tentato suicidio in metro: donna si lancia sui binari della rossa, ferma la M1

Torna su
MilanoToday è in caricamento