E' morto Piero Rattazzo: scompare il proprietario dello storico bar di via Vetere

Il suo locale è stato un simbolo per intere generazioni di milanesi

Piero Rattazzo davanti al suo bar (foto Fb)

Per alcune ore, qualche giorno fa, la voce della sua morte si era rincorsa. Ma Piero Rattazzo, 84 anni, ricoverato in ospedale, non era deceduto, si era però aggravato. Lunedì, verso l'una di pomeriggio, lo storico gestore dell'omonimo bar di via Vetere, zona Colonne di San Lorenzo, se n'è andato. I funerali si svolgeranno il 27 dicembre alle 11 alla basilica di Sant'Eustorgio.

Conosciutissimo a Milano, ed anche oltre, Rattazzo è stato il re della movida prima ancora che questa parola diventasse di moda. Precursore dell'happy hour con polpette che accompagnavano il vino, il suo bar (aperto nel 1962) si affollava fino a notte fonda, almeno dagli anni '70, quando i giovani del movimento studentesco (nella stessa via si trovava la sede di Avanguardia Operaia) iniziarono a frequentare il suo locale. E il bar Rattazzo era rimasto un baluardo anche per le generazioni successive fino a diventare un mito che resisteva in mezzo a bar più "modaioli". Rattazzo venne celebrato, nel 2016, anche dalla Bbc, che lo definì "il santo patrono della gioventù". Il suo bar continuava a rispecchiare l'anima popolare di un quartiere, il Ticinese, molto vicino al Duomo ma con l'aria da "vecchia Milano".

«Se sei un vero oste e ami questo mestiere, sai benissimo che le ciuche gioiose tristi o rabbiose che siano, vanno vissute almeno fino alle due di notte... Piano piano non dai più da bere ai rabbiosi e mesci abbondante per i gioiosi e pure per quelli tristi che magari si lasciano un po’ andare... È bello avere nel locale gente allegra, che ride e che scherza... Mette buon umore...», è una citazione di Rattazzo riportata dallo scrittore Marco Philopat sulla sua pagina Facebook.

Rattazzo aveva ottenuto l'Ambrogino d'Oro nel 2005. Tantissimi, in queste ore, i messaggi di cordoglio sui social network da parte dei milanesi che, anche solo una volta, sono entrati nel suo bar per una birra fresca o un bicchiere di vino.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, l'allarme dei medici di Milano: "Prepararsi a stagione influenzale o sarà crisi"

  • Milano, folle abbandona la mamma sull'A7, poi picchia un tranviere e si mette a guidare il tram

  • Covid, nuova ordinanza sulle mascherine in Lombardia: quando è obbligatoria, quando no

  • Accoltellato sull'autobus a Milano, 23enne gravissimo in ospedale

  • Follia alla Darsena: due ragazzi gettano in acqua un venditore di rose e poi scappano

  • Coronavirus, nuovo decreto su mascherine, discoteche e voli: che cosa (non) cambia dal 14 luglio

Torna su
MilanoToday è in caricamento