"De Vrij, posso incontrarti?": e il difensore si presenta in piazza un'ora dopo il messaggio

L'incredibile storia a Palermo, nata da un messaggio su Instagram. Ecco com'è andata

De Vrij con il tifoso

Scopre su Instagram che Stefan De Vrij, il difensore dell'Inter, è in vacanza a Palermo. Così gli manda un messaggio privato: "Sono un grande tifoso nerazzurro, posso incontrarti?". Pochi attimi dopo arriva la risposta a sorpresa: "Certo, vediamoci tra un'ora in piazza Borsa". La storia, una stupenda storia sbocciata su Instagram, la racconta il protagonista, Saverio Cascino, cuore nerazzurro, ventotto anni, di Mondello. 

Il ragazzo - tifoso docm "Vado a San Siro due tre volte all'anno", dice - ancora stenta a credere a quello che è avvenuto: "Un mio amico mi ha inviato il post di Instagram di De Vrij in cui era immortalato a Palermo - ha spiegato a PalermoToday -. Si trova qua in vacanza con la fidanzata. Io, senza in realtà nutrire alcuna speranza, gli ho inviato un messaggio nel suo profilo privato. Non ci crederete ma dopo tre secondi mi ha risposto dandomi appuntamento in piazza Borsa. Erano le 19, sono partito da Mondello e dopo 45 minuti ero già là ad aspettarlo. E in effetti si è materalizzato subito De Vrij". 

Il giocatore dell'Inter si trova a Palermo in vacanza. È arrivato in città domenica mattina alle 11 dopo la notte di festeggiamenti seguita alla partita con l'Empoli, ultima giornata di campionato che è valsa la qualificazione dei nerazzurri in Champions. "Inizialmente eravamo pochi, una quindicina di persone, poi la voce si è sparsa, ci siamo ritrovati in 70 - ha raccontato ancora Saverio -. Lui inaspettatamentente si è rivelato di un'umiltà e  una gentilezza unica. Era sorridente, si è concesso a tante foto. C'era gente che chiamava gli amici al telefonino e lui si è messo a parlare con loro". 

De Vrij lunedì ha lasciato Palermo dirigendosi verso Trapani per continuare il mini tour della Sicilia. "È rimasto con noi fino alle 21, concedendosi a video, cori e tantissimi autografi. Ha firmato maglie e libri e non si è negato nessuno. Poi ha dato appuntamento ad altri fan, sempre nella zona. Ovviamente non potevano mancare i classici cori come 'chi non salta juventino è' . C'era aria d'amicizia. Ha dimostrato di non essere il classico giocatore che si dà delle arie. Era vestito in modo normalissimo, è un ragazzo pulito". 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il figlio torna tardi a casa: papà scende, prende a schiaffi gli amici 17enni e ne accoltella uno

  • Morto Manuel Frattini a Milano: infarto durante una serata di beneficenza

  • Milano, Deejay Ten domenica 13 ottobre: vie chiuse e mezzi Atm deviati, il piano viabilità

  • A Milano inaugura TigellaBella: all you can eat di tigelle e gnocco fritto con salumi e formaggi

  • Il colpo da un milione di euro a Milano e la fuga con la Fiat Uno: presa la "banda del buco"

  • Milano, rissa tra Morgan e un paparazzo: "Il fotografo voleva che comprassi le mie foto"

Torna su
MilanoToday è in caricamento