Una moschea a Milano, la Cei con Tettamanzi: “Nessun attacco alle radici cristiane”

Monsignor Spreafico: "Non vedo perchè in una grande città come Milano non ci possa essere una moschea, non vedo in questo un affronto al radicamento delle radici cristiane o alla nostra fede"

moschea_1Nuova puntata nel dibattito sulla possibile costruzione di una moschea a Milano. Dopo l'apertura del cardinale Tettamanzi e le polemiche da parte soprattutto della Lega, nel giorno della fine del Ramadan arriva il sostegno a Tettamanzi e alla sua proposta da parte della Cei.

E' una dichiarazione di monsignor Ambrogio Spreafico a ridare fuoco alle polemiche: "'Mi pare che in merito alla vicenda della moschea di Milano il cardinale Tettamanzi abbia già detto l'essenziale esprimendosi a favore della sua costruzione. Non vedo perchè in una grande città come Milano non ci possa essere una moschea, non vedo in questo un affronto al radicamento delle radici cristiane o alla nostra fede. Poi pragmaticamente, ma anche con tranquillità, si può discutere il dove e il come''.

Al Ciak intanto, nel giorno di fine Ramadan, sono comparsi cartelli a sostegno della proposta di Tettamanzi: "Grazie al Cardinale di Milano".

Ieri, il Vice sindaco De Corato, aveva espresso l'inutilità della Moschea visto il diminuito numero di mussulmani presenti al Ciak.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla Ovest: motociclista tamponato finisce oltre il guard rail e viene travolto, morto

  • Milanese "razzista" e "salviniana" non affitta ai "meridionali": l'audio diventa virale

  • Milano, grosso incendio in Stazione Centrale: a fuoco un'area dove si rifugiano i clochard

  • Milano, la velina Giulia Calcaterra in ospedale: “Un batterio mi ha bucato il malleolo”. Le foto

  • Uomo trovato impiccato a un albero in un parco di Milano. Indaga la scientifica

  • Milano, paura in un cantiere a City Life: gru precipita dal 29° piano della Torre Libeskind

Torna su
MilanoToday è in caricamento