Attentato a Barcellona: morto un milanese di 35 anni, era in vacanza con la moglie e i figli

Sono almeno 13 le vittime dell'attentato: turisti che affollavano le vie del centro di Barcellona

Il ragazzo

Bruno Gulotta è morto nell'attentato di Barcellona. Il ragazzo, un 35enne originario di Legnano (Milano), era sulla Rambla in compagnia della moglie e dei due figli di 3 anni e pochi mesi. La famiglia italiana si trovava lì per trascorrere alcuni giorni di vacanza (lutto in Regione e al Comune di Milano).

Attentato a Barcellona: morto un italiano

La notizia si è diffusa rapidamente nel comune di residenza del 35enne. Il ragazzo, esperto di marketing e informatica e appassionato di cucina, è morto dopo essere stato falciato dal furgone guidato dai terroristi sotto gli occhi terrorizzati dei figli e della moglie, che ha raccontato - il racconto - l'accaduto ai famigliari rimasti in Italia. I suoi colleghi di lavoro, devastati dalla notizia, hanno affidato ad una nota sul loro sito il ricordo del giovane: "Il pensiero va per la moglie Martina e i piccoli Alessandro e Aria".

Il numero delle vittime di Barcellona

Sono almeno 14 le vittime dell'attentato: turisti che affollavano le vie del centro di Barcellona. Intorno alle 17 di giovedì 17 agosto, un furgone bianco si è gettato sulla folla sulla Rambla, nel centro città, nell'area pedonale all'altezza di Piazza Catalunya. L'attentatore ha guidato per circa 500 metri guidando a zig-zag nel folle tentativo di uccidere più gente possibile. Alla fine saranno oltre 100 i feriti, con almeno 15 persone molto gravi.

Auto sulla folla come a Berlino o Nizza

L'episodio, che ricorda quanto accaduto a Berlino e Nizza, è il primo attentato in Spagna dall'11 marzo 2004 quando 4 ordigni, piazzati da una cellula di Al Qaeda, esplosero contemporaneamente su altrettanti treni nella stazione madrilena di Atocha causando 192 morti ed oltre 1.800 feriti. Il tutto avvenne tre giorni prima delle elezioni politiche.

Secondo attentato nella notte: 5 terroristi uccisi

L'Isis ha rivendicato l'accaduto e a Barcellona e dintorni e 'partita la caccia all'uomo'. La polizia ha fermato due uomini di origini magrebine e una terza persona, forse collegata con l'attentato, è morta in un posto di blocco a Sant Just Desvern. Durante la notte tra giovedì e venerdì, gli agenti hanno ucciso altre cinque persone che volevano 'replicare' l'attentato a Cambrils, a Sud della metropoli catalana. I presunti terroristi erano a bordo di un'Audi A3 e portavano addosso delle cinture esplosive finte.

Leggi ancheNuove barriere anti camion a Milano: in Galleria, in Darsena e sui Navigli.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Leggi anche: Aperto un conto Paypal per raccogliere fondi per la famiglia di Bruno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollettino contagi 30 maggio 2020: morti senza fine, ancora 67 persone. Contagi stabili

  • Ogni quanto bisogna pesarsi?

  • Bollettino Coronavirus in Lombardia e a Milano: 29 morti e 84 nuovi casi ma pochi tamponi

  • Bonus bici valido a Milano, l'elenco dei Comuni: ecco come richiederlo

  • Bollettino Coronavirus in Lombardia e a Milano: tamponi quasi 'spariti', dati ininfluenti

  • All'Antico Vinaio a Milano, il 15 giugno apre il mitico locale delle schiacciate fiorentine

Torna su
MilanoToday è in caricamento