La grande strada Inca in mostra al Mudec

Dal 9 febbraio al 20 giugno al Mudec è possibile scoprire la mostra “Qhapaq Ñan. La grande strada inca”, un'occasione unica per conoscere il patrimonio inca del museo e per portare all’attenzione del pubblico le ultime scoperte dello staff del MUDEC effettuate durante i lavori di rilievo e scavo in una stazione di posta lungo il cammino inca nel nord ovest dell’Argentina. In mostra circa 100 reperti archeologici andini selezionati tra le collezioni preispaniche-amerindiane del Museo, oltre a un ricco apparato esplicativo composto di testi e mappe.

Le strade degli Inca

Al suo arrivo in Perù, il cronista spagnolo Pedro Cieza de León scrive con grande ammirazione che le strade locali “superavano quelle romane e quella che Annibale fece costruire sulle Alpi”. Si riferiva al grande sistema viale costruito dagli Inca per spostare uomini e merci lungo il loro vasto impero, esteso dall’Ecuador al nord del Cile e dell’Argentina.

Le sezioni della mostra

La mostra si compone di sette sezioni: la prima tratta del mondo inca e della traiettoria storica dei “figli del Sole”; la seconda approfondisce la diversità del vasto territorio andino, costituito da fasce ecologiche diverse: dalla costa desertica alle Ande, dalla foresta di montagna alla grande selva amazzonica. La terza sezione, invece, è dedicata alle civiltà che precedettero l’impero inca, culture complesse in grado di costruire enormi agglomerati urbani sin dal terzo millennio prima di Cristo.

Il percorso continua con le successive sezioni, basate sulla descrizione dei caminos de llanos (di pianura) e dei caminos de sierra, nonché delle molte strutture accessorie come le stazioni di posta (i tambos e chasquiwasi) e i celebri ponti sospesi. Inoltre, verrà illustrato il Qhapaq Ñan come collante di un impero vasto e vario, in cui i collegamenti erano fondamentali per controllare la popolazione, spostare gli eserciti e riscuotere i tributi sotto forma di turni di lavoro volontario. Usato ancora nella modernità, la grande strada inca è ancora un elemento prorompente nel paesaggio andino.

La sezione conclusiva della mostra presenterà una video installazione che restituirà in forma tridimensionale le evidenze inca mappate dal personale del MUDEC di un chasquiwasi a Molinos (Salta, Argentina), in uso fino alla modernità.

La mostra è curata da Carolina Orsini, conservatrice delle raccolte archeologiche ed etnografiche del Museo delle Culture.

Ingresso gratuito.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Mostre, potrebbe interessarti

  • "Frida Kahlo - Il Caos dentro". A Milano una grande mostra dedicata all'artista messicana

    • dal 26 aprile al 25 luglio 2021
    • Fabbrica del Vapore
  • Spider-Man, Hulk e Captain America: a Milano arriva la mostra dei supereroi Marvel

    • dal 12 settembre 2020 al 1 agosto 2021
    • Wow Spazio Fumetto
  • Riapre la mostra Frida Kahlo - Il caos dentro

    • dal 26 aprile 2021 al 2 maggio 2022
    • Fabbrica del Vapore

I più visti

  • "Frida Kahlo - Il Caos dentro". A Milano una grande mostra dedicata all'artista messicana

    • dal 26 aprile al 25 luglio 2021
    • Fabbrica del Vapore
  • Spider-Man, Hulk e Captain America: a Milano arriva la mostra dei supereroi Marvel

    • dal 12 settembre 2020 al 1 agosto 2021
    • Wow Spazio Fumetto
  • Riapre la mostra Frida Kahlo - Il caos dentro

    • dal 26 aprile 2021 al 2 maggio 2022
    • Fabbrica del Vapore
  • La grande manifestazione per il Ddl Zan a Milano contro l'odio omotransfobico

    • solo oggi
    • Gratis
    • 8 maggio 2021
    • Arco della Pace
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    MilanoToday è in caricamento