Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Non è vero che lasciamo morire i pazienti": le parole del direttore della rianimazione del Niguarda

Il professore: "Non è vero che lasciamo morire i pazienti, non è vero che non intubiamo i pazienti anziani, non è vero che scegliamo chi curare in base all'età"

 

Il volto rigato dalla fatica. Lo sguardo stanco. E un solo messaggio: "Non è vero che lasciamo morire i pazienti, non è vero che non intubiamo i pazienti anziani, non è vero che scegliamo chi curare in base all'età". Sono le parole di Roberto Fumagalli, direttore del dipartimento di anestesia e rianimazione del Niguarda dopo che nei giorni scorsi erano apparsi messaggi social e audio su WhatsApp che descrivevano "scenari non corrispondenti al vero" precisano dall'ospedale.

Gli inviti del professore, in prima linea insieme ai medici lombardi per contrastare il virus, sono due: "affidatevi solo alle fonti d'informazione ufficiali. Se volete fare la vostra parte attenetevi alle raccomandazioni anti-contagio del ministero e non diffondete le "fake".

Potrebbe Interessarti

Torna su
MilanoToday è in caricamento