Video gol e sintesi partita Inter-Barcellona 1-2 Champions league: nerazzurri eliminati

La rete dell'Inter del solito Lukaku, ma non basta: gli uomini di Conte arrivano terzi, addio Champions, "retrocessi" in Europa League

 

Il flirt tra Conte e Champions league continua a non prendere il piede giusto: anche quest'anno se ne parla l'anno prossimo. L'Inter, infatti, è stata eliminata dal girone martedì 10 dicembre: terzo posto, passano Barcellona (già qualificato) e Borussia Dortmund. Fatale la sconfitta con gli spagnoli, arrivati a Milano senza Messi ma per niente arrendevoli. Tutto si sposta ora in Europa League, sperando di avere maggior fortuna. 

Il match parte già nella storia: con quasi 8 milioni di euro lordi, secondo i primi dati dovrebbe essere il maggior incasso del calcio italiano di ogni epoca. 

Il Barcellona è già qualificato e già certo del primo posto nel girone e si presenta in formazione largamente rimaneggiata. I catalani partono forte e passano in vantaggio al 23'. Vidal serve in area il compagno Perez che da centro area fulmina Handanovic. Gol convalidato dopo silent check del Var. 

I nerazzurri cercano di reagire subito. Dopo 10 minuti, bella azione degli uomini di Conte: da Borja Valero a Lukaku, cross e deviazione dell'esterno: palla sul fondo. Poco prima dell'intervallo, il solito Lukaku mette le cose a posto: lancio lungo per Lautaro che difende palla e la smista per il gigante belga il cui tiro dal limite passa tra le gambe di Umtiti e supera Neto: 1-1 al 44'. 

La partita riparte e brutte notizie arrivano da Dortmund: il Borussia è in vantaggio contro lo Slavia e i milanesi, a questo punto, devono per forza vincere. Gli uomini di Conte, spinti dal pubblico, cercano di schiacciare il pedale dell'acceleratore: bell'assist di Godin per l'argentino Lautaro che stoppa e insacca, ma partendo da leggero fuorigioco. Il Var conferma: gol annullato.

Passano altri 9 minuti, e proprio mentre l'Inter attacca, Perez si mangia l'occasione di far passare in vantaggio la propria squadra: contropiede rifinito da Vidal, l'attaccante calcia alto in diagonale da ottima posizione all'interno dell'area. I milanesi sono caricati dai tifosi, ma stanchi. E all'87' avviene il patatrac: diagonale dal limite di Fati, che mette subito il marchio sulla partita. Ora all'Inter serve un miracolo, che non arriva. Numerosi gli attacchi alla porta spagnola, ma poco lucidi.

L'arbitro fischia la fine al 94': gli uomini di Conte sono eliminati dalla massima competizione europea con il terzo posto nel girone. Passano Borussia e Barcellona. Arriva quindi la retrocessione in Europa League. 

Conte: "Ci è mancato il cinismo"

"Occasioni ne abbiamo avute, ci è mancato quel pizzico di cinismo e convinzione per concretizzare ciò che abbiamo creato. Ma ho poco da rimproverare ai miei, hanno dato tutto, e poi abbiamo subito il 2-1 che ci ha ammazzato". Sono le prime parole di mister Conte ai microfoni di Sky nel post partita.

"Le immagini del gol di Fati fanno male - dice ancora Conte -, è il gol che ci ha tagliato le gambe e ucciso sotto tutti i punti di vista: stavamo creando e spingendo. Mi spiace soprattutto per i calciatori, che stanno dando tutto in un periodo non semplice, e per l'atmosfera che c'era a San Siro. Peccato, poteva finire diversamente: a vedere il girone, con le prestazioni che abbiamo avuto avremmo mritato qualcosa di più. Ma se non arrivi al turno successivo devi rimboccarti le maniche, continuare a lavorare e cercare di rialzarti. Bisogna farlo e riprendere il cammino. In questo momento c'è delusione, ma ho detto ai miei che bisogna alzare la testae ripartire, stiamo facendo cose importanti in un momento non semplice", riporta Ansa su Conte. "Mancano due partite al Natale - conclude Conte - e pensiamo a recuperare dei giocatori, ne avrei biosgno anche se oggi i miei sono tutti bravi a sopperire nell'emergenza, tengo a sottolinearlo".

Potrebbe Interessarti

Torna su
MilanoToday è in caricamento