Video gol e sintesi partita Milan-Juventus 4-2

Per i rossoneri a segno Ibrahimovic su rigore, Kessiè, Leao e Rebic

 

Ancora un poker dopo la vittoriosa cavalcata di Lecce. Un Milan in forma strepitosa, in pieno mood Europa. La Juve, invece, non approfitta della caduta della Lazio e rimane fantasma di sè stessa. 31esima giornata del campionato di serie A, turno infrasettimanale. La Juve a San Siro va in vantaggio al 47'. Azione personale di Rabiot che recupera palla nella sua metà campo e una volta al limite dell'area lascia partire una conclusione potente e precisa che si insacca alla sinistra di Donnarumma. Diavoli sotto choc e bianconeri in vantaggio. 

Nemmeno il tempo per riordinare le idee che gli uomini di Sarri raddoppiano: lancio in profondità di Cuadrado per Ronaldo che approfitta di uno scontro tra Romagnoli e Kjaer e solo davanti a Donnarumma regala il raddoppio ai bianconeri. 0-2 al 53'. Dopo 8 minuti, il Milan accorcia le distanze: è Ibrahimovic a segnare su rigore. L'arbitro Guida, infatti, era stato richiamato al Var per un probabile tocco col braccio di Bonucci in area. Il Var conferma. Esecuzione fredda e precisa di Ibra che spiazza Szczesny e riapre la partita.

Poi gli uomini di Pioli ribaltano il match. Al 66' pareggia Kessiè: Ibrahimovic lo serve in area, lui controlla tra diverse maglie bianconere e trova lo spazio per la conclusione in rete. La Juventus è stordita e incapace di qualsiasi reazione. Tanto che dopo 1 minuto i rossoneri segnano ancora: Rebic allarga per Leao che entra in area dalla sinistra e conclude verso la porta, la deviazione di Rugani mette fuori causa Szczesny e regala il vantaggio ai milanisti.

All'80' addirittura il poker. Errore di Alex Sandro che serve Bonaventura in area, assist per Rebic che con una potente conclusione mancina batte Szczesny per la quarta volta. Non accade più nulla nei 6 minuti di recupero. 3 punti, meritatissimi, per gli uomini di Pioli.

Potrebbe Interessarti

Torna su
MilanoToday è in caricamento