Coronavirus

"Andremo casa per casa per convincere over 60 non vaccinati", ha detto Moratti

Le parole della vicepresidente lombarda a margine dell'inaugurazione del reparto di Neuropsichiatria dell'infanzia del Niguarda

Per persuadere gli over 60 lombardi che ancora non si sono vaccinati contro il covid, la Regione non solo vuole attivare degli open day, ma si dice determinata ad andare porta a porta pur di coinvolgere tutti nella campagna vaccinale.

"Andremo casa per casa - ha affermato la vicepresidente di Regione Lombardia e assessora al Welfare, Letizia Moratti, a margine dell'inaugurazione del reparto di Neuropsichiatria dell'infanzia delll'ospedale Niguarda - abbiamo scelto due Comuni nelle province che hanno una maggiore incidenza di non vaccinati, Mortara (Pv) e Monzambano (Mn). Siamo la Regione che ha vaccinato più over 60 ma non ci accontentiamo e quindi in ottemperanza di quanto richiesto dal generale Figliuolo andremo casa per casa e cercheremo di convincere tutti".

Tra le Regioni italiane la Lombardia è quella con "la più bassa incidenza di over 60 non vaccinati - ha messo in luce Moratti -, siamo al 14% su una popolazione di oltre tre milioni, siamo a circa 450mila ancora non vaccinati. Abbiamo previsto degli open day" e la "modalità ancora più puntuale" casa per casa "perché stiamo lavorando nella realtà di Pavia e Ats Valpadana dove c'è una percentuale di vaccinati over 60 inferiore alla media regionale".

Il 'porta a porta' della Regione, ha continuato l'assessora, è stata creato con l'unità di crisi e con i sindaci dei due comuni lombardi e prevede "delle unità mobili, grazie alle liste date a sindaci e medici medicina generale, per capire perché ci sono persone non ancora vaccinate e spiegare il valore della vaccinazione". "Speriamo in una mobilitazione dei medici di base - ha chiosato Moratti- perché con il loro aiuto ce la faremo".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Andremo casa per casa per convincere over 60 non vaccinati", ha detto Moratti

MilanoToday è in caricamento