menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Test sierologici, Regione Lombardia ha pagato troppo? 5 Stelle: «Valutiamo il danno erariale»

Secondo le offerte delle aziende farmaceutiche, Regione Lombardia con la gara fin dall'inizio avrebbe risparmiato anche centinaia di migliaia di euro

Si apre il fronte del costo dei test sierologici acquistati da Regione Lombardia per verificare la presenza o meno nel sangue delle immunoglobine anti-Covid. Come è noto, la Regione ha acquistato i test dalla casa Diasorin al costo di quattro euro a dispositivo, senza gara pubblica. Una procedura consentita in momenti di emergenza ma che, secondo alcuni, avrebbe comportato un esborso maggiore. Fino al 30 maggio, la Regione avrebbe effettuato 160.215 test, con un costo sostenuto finora di 640.860 euro. 

Successivamente la Regione ha messo a gara l'acquisto dei test sierologici. E, stando alle offerte pervenute, la stessa Diasorin offrirebbe ora il suo test a 3,30 euro, cioè leggermente meno di quanto in precedenza pagato dal Pirellone. Ma non è tutto, perché la Roche metterebbe a disposizione il suo test ad appena 1,42 euro l'uno, molto meno dei 4 euro pagati finora. 

«Regione Lombardia - commenta Massimo De Rosa, consigliere regionale del Movimento 5 Stelle - dovrà spiegarci primo perché abbiamo atteso settimane il test Diasorin, decantato dal presidente Fontana come il migliore di tutti, quando sul mercato ve ne sarebbero stati di migliori già disponibili. Secondo perché abbiamo pagato di più per un prodotto che la stessa azienda avrebbe offerto a minor prezzo, nel momento in cui fosse stata aperta a suo tempo una gara». 

I risparmi con le altre aziende in gara

Stando alle offerte che sarebbero pervenute per la gara dalle varie aziende, Diasorin compresa, rispetto ai quasi 641 mila euro spesi (4 euro a test), Regione avrebbe potuto risparmiare cifre ingenti. In particolare, acquistando i test Roche avrebbe speso 227.505 euro, risparmiandone 413.355. Con il testo di Siemens avrebbe speso 400.537 euro, risparmiandone 240.233. Con lo stesso test di Diasorin, ma acquistato al prezzo proposto per la gara, avrebbe speso 528.709 euro, risparmiandone 112.151. E via dicendo. De Rosa, nel fornire i numeri, anticipa che i 5 Stelle andranno fino in fondo per capire se vi è stato un danno erariale. 

«Chiederemo ad Aria (la centrale acquisti di Regione, n.d.r.) di venire a riferire sulla vicenda in commissione bilancio per accedere alla documentazione ed integrare gli esposti già presentati un mese fa ad Anac e Agcm», spiega De Rosa: «Quella che si configura è l’ipotesi di danno erariale da parte di Regione Lombardia».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona rossa: le faq aggiornate a marzo 2021 per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento