Coronavirus

Stop ai vaccini agli insegnanti, salvi solo quelli che hanno già l'appuntamento

L'annuncio di Fontana

Foto Regione Lombardia

Sono sospese le somministrazioni di vaccino anti Covid al personale docente, secondo quanto deciso dal commissario Covid nazionale Francesco Paolo Figliuolo. Lo ha reso noto il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, al termine della visita al centro vaccinale milanese della Fabbrica del Vapore.

E' l'effetto delle nuove priorità indicate dal commissario, sulla base esclusivamente delle fasce d'età: l'obiettivo è infatti ora quello di vaccinare prima le persone più anziane e poi scendere fino ai 60 anni d'età. Sono ovviamente salve le seconde dosi per chi ha già ricevuto la prima, nei tempi previsti dai singoli vaccini. Fontana ha poi precisato che verranno comunque completate le somministrazioni agli insegnanti già iscritti e che hanno già ottenuto l'appuntamento. 

Disabili: possono iscriversi attraverso il medico di base

Un accenno anche ai disabili gravi, per i quali è possibile prenotare il vaccino da venerdì 9 aprile con la piattaforma di Poste Italiane. Come si è capito durante il weekend, non tutti i codici fiscali degli aventi diritto sono stati caricati nel sistema, cosicché non tutti gli aventi diritto hanno potuto prenotare il proprio vaccino. Fontana ha ammesso di avere «avuto purtroppo solo da poco tempo gli elenchi» e ha aggiunto che la Regione ha stretto un «accordo coi miedici di base. Anche attraverso di loro, verranno iscritti e presi in carico per la vaccinazione».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stop ai vaccini agli insegnanti, salvi solo quelli che hanno già l'appuntamento

MilanoToday è in caricamento