menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Palazzo della Ragione

Palazzo della Ragione

"Caro Babbo Natale, non voglio il Commodore: ma aggiusta un po' Milano... "

"Caro Babbo Natale, chi ti scrive è un bambino di quasi 40 anni. Sono lo stesso, forse ricorderai, che qualche decennio fa ti mandò una letterina con la quale ti chiedeva il Commodore Vic 20... "

Caro Babbo Natale, chi ti scrive è un bambino di quasi 40 anni. Sono lo stesso, forse ricorderai, che qualche decennio fa ti mandò una letterina con la quale ti chiedeva il Commodore Vic 20. Mi hanno detto che allora hai avuto qualche problema "logistico": non fa niente, sono sopravvissuto anche senza.

Sono cose che capitano. Dopo tutto questo tempo, ti mando questa nuova letterina con una richiesta diversa, forse ancor più difficile rispetto a quella di allora, ma spero che tu possa prenderla in considerazione. C'è un motivo che credo possa attirare maggiormente la tua attenzione: il regalo che ti chiedo probabilmente farebbe contente tante altre persone e non solo chi ti scrive.

Non voglio dire che sto facendo da portavoce (me ne guardo bene: non so cosa passi per la testa degli altri), ma probabilmente qualcun'altro potrà essere d'accordo con me. Come forse avrai saputo, è di questi giorni la notizia che un (altro) luogo meraviglioso della nostra città ha cominciato a perdere i pezzi. Palazzo della Ragione, a pochi passi dal Duomo, è stato recintato perchè dall'alto cadono calcinacci.

Ora, tu che tutta conosci, sai bene quanto io tenga a questo posto. Se mi dovessi chiedere il perchè probabilmente non sarei in grado di spiegarti bene a parole, ma certamente se ti capitasse di fare un salto lì e vedessi con i tuoi occhi la meraviglia di questo luogo, avresti da solo tutte le risposte. Io so che a Milano, nella mia Milano, ci sono tanti problemi e forse questa non viene considerata una priorità. No, non lo sto dicendo come provocazione: è ahimè evidente.

Siamo in una zona di Milano talmente ricca di storia che dovrebbe essere conosciuta, amata e rispettata da chiunque ed invce, calcinacci a parte, è ignorata. Mal tenuta. Non considerata. Quindi perchè dovrebbe essere una priorità sistemarla a pochi giorni da Natale? Se vuoi una risposta provo a dartela io, senza ovviamente la pretesa che possa essere giusta. Considerala solo la mia, personale risposta.

Credo che questo luogo dovrebbe meritare più considerazione perchè rappresenta la storia della nostra città. Perchè qui, in questi pochi metri quadrati, tanti, tantissimi prima di noi, hanno contribuito a creare la città che oggi viviamo e conosciamo. Perchè da qui sono passati persone che hanno dato lustro a Milano. Perchè qui, ancora oggi, puoi respirare quell'aria, quell'atmosfera, che è quella vera della nostra città.

Perchè qui le persone che ci hanno vissuto, lavorato, hanno reso Milano migliore. E prima di salutarti, augurandoti buon lavoro, permettimi un'ultima considerazione. A Milano ci sono tanti, tantissimi luoghi meravigliosi che raccontano la loro storia, la nostra storia. Sono luoghi magici, per la maggior parte poco noti.

E' triste pensarlo, ma è così. Triste, bada bene, non solo perchè questi palazzi, queste chiese, queste strade, hanno rappresentato (e rappresentano) la vera città di Milano, ma perchè questa ignoranza corrisponde ad una mancanza di conoscenza della propria storia. E senza conoscere la propria storia, il futuro sarà sempre avvolto nella nebbia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    L'imprenditore milanese che inventa il "buco" per bere dalla mascherina

  • Cultura

    I teatri che a Milano lottano e non vogliono morire

  • Coronavirus

    Come si curano oggi i tossicodipendenti a Milano

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento