Smog, Sala ai milanesi: "Aspettate ad accendere il riscaldamento"

Il sindaco lancia l'appello e annuncia che il 15 ottobre, visto il clima mite, i termosifoni di scuole e uffici pubblici resteranno spenti

Smog a Milano

Lunedì 15 ottobre sarà possibile accendere il riscaldamento a Milano, come di consueto ogni anno (la data è sempre la stessa), ma il clima in città è abbastanza mite e lo sarà anche per tutta la settimana, con le temperature massime costantemente sopra i 20 gradi e le minime (stando alle previsioni) non sotto i 12 gradi.

Per questo motivo, il sindaco di Milano Giuseppe Sala ha lanciato un appello ai milanesi affinché aspettino ad accendere i riscaldamenti in case e uffici privati, per non aumentare l'inquinamento dell'aria cittadina. Il Comune farà altrettanto: è stato già deciso che il 15 non verranno accesi i termosifoni né negli uffici comunali né nelle scuole.

Smog: dal 1 ottobre il "bando" ai diesel Euro 3

Sala lo ha raccomandato direttamente ai milanesi che, nella giornata di sabato 13 ottobre, stanno visitando Palazzo Marino nell'ambito delle Giornate d'autunno del Fai. Sala ha aggiunto che, naturalmente, quando le temperature saranno effettivamente più basse, i caloriferi pubblici verranno subito attivati. E ha ricordato che, a ottobre del 2019, tutti gli uffici pubblici saranno stati convertiti da gasolio a metano, mentre "resistono" circa 3 mila edifici privati riscaldati a gasolio.

Smog, esaurito il "bonus"

Intanto, mercoledì 10 ottobre Milano ha esaurito il bonus di 35 giorni all'anno di smog fuorilegge, misura contemplata dalle norme europee. Questo nonostante "blocco del traffico" per i veicoli più inquinanti scattato il 1° ottobre. Mercoledì, secondo i dati dell'Arpa, si sono registrati 52,9 microgrammi di pm10 per metro cubo d'aria: quasi tre microgrammi oltre il limite stabilito dalle normative europee.

Milano ha comunque affilato le armi contro le auto inquinanti: dal prossimo 21 gennaio sarà in vigore l'Area B: verrà vietato l'ingresso ai veicoli benzina euro 0 e diesel euro 0, 1, 2, 3. Mentre il 1° ottobre 2019 scatterà il divieto per i diesel Euro 4. Di anno in anno cresceranno i divieti per i veicoli diesel, questo fino al 2030 quando la città sarà totalmente off-limits ai motori più inquinanti.

L'Area B sarà presidiata da 186 telecamere piazzate in altrettanti varchi lungo i confini della città, a gennaio ne saranno accese circa una dozzina per poi arrivare nel corso dei mesi successivi all'attivazione di tutte. E' appena stato dato il via libera alla gara per l'acquisto delle prime 73 telecamere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

  • Milano, spacca vetrata all'Esselunga e cerca di rubare i soldi dalle casse: preso

  • Incendio a Cologno, fiamme ed esplosioni nel condominio: casa distrutta, palazzo evacuato

  • Bresso (Milano), due agenti della polizia locale accoltellati: uno è grave

  • Coronavirus, dal 27 novembre la Lombardia vuole diventare zona arancione. Cosa cambia

  • Violenza sessuale a Milano, ragazza stuprata dal cugino del padre: "Se parli ti taglio la testa"

Torna su
MilanoToday è in caricamento