Elezioni regionali 2018

Elezioni regionali, Fontana sempre in testa su Gori

Invariato il distacco tra i due principali candidati alla presidenza della Lombardia

Repertorio

Invariato il distacco tra il leghista Attilio Fontana (che rimane favorito) e il democratico Giorgio Gori in vista delle elezioni regionali del 4 marzo 2018, che si terranno in Lombardia (e Lazio) in concomitanza con le elezioni politiche. Secondo il sondaggio diffuso da Piazza Pulita (La7) e realizzato da Index Research, le intenzioni di voto registrate l'1 febbraio dicono che, per Fontana, voterebbe il 41% dei lombardi che hanno espresso un'intenzione di voto. Gori è invece fermo al 37%.

Entrambi i principali candidati al ruolo di presidente della Regione segnano un punto percentuale in meno rispetto allo stesso sondaggio effettuato una settimana prima: il 25 gennaio Fontana era al 42%, Gori al 38%. Del tutto invariati i due principali outsiders, ovvero Dario Violi del Movimento 5 Stelle (17%) e Onorio Rosati di Liberi e Uguali (3%), ma "entra" in classifica Giulio Arrighini di Grande Nord, il movimento autonomista, con ben il 2%. 

INDEX RESEARCH - Piazzapulita - Lombardia - 1 febbraio-2

Resta quindi favorito il centrodestra ma il distacco con Gori, non molto elevato, fa sperare i democratici e gli altri movimenti che sostengono l'attuale sindaco di Bergamo. Entro il 3 febbraio intanto vanno ufficializzate le candidature alle elezioni regionali. Alcune liste hanno dovuto raccogliere le firme per presentarsi, mentre erano esentate quelle con un gruppo in consiglio regionale al momento dello scioglimento.

I principali schieramenti sono comunque già delineati. Salvo particolari sorprese, il centrosinistra dovrebbe essere composto dal Partito Democratico, dalla lista civica di Giorgio Gori, da una lista civica autonomista, da Lombardia Progressista (l'area politica di Giuliano Pisapia), da Insieme (socialisti, verdi e altri) e da +Europa (Forza Europa e Radicali Italiani). Il centrodestra si presenterà con un'alleanza formata da Forza Italia, Lega, Fratelli d'Italia, Noi con l'Italia, una lista civica di Fontana e i Pensionati. 

Fuori dagli schieramenti principali, diversi altri soggetti tra cui il Movimento 5 Stelle, Liberi e Uguali, Grande Nord, Sinistra per la Lombardia e Casa Pound.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni regionali, Fontana sempre in testa su Gori

MilanoToday è in caricamento