menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bollettino covid Milano e Lombardia: altri 135 ricoveri in 24 ore, 2.185 nuovi positivi

Ecco i dati odierni sull'andamento dell'epidemia di coronavirus a Milano. Tutti i dettagli

Continua la battaglia al coronavirus in Lombardia, che ormai da oltre un anno fa i conti con l'emergenza sanitaria. Nelle ultime 24 ore in tutta la regione sono stati 2.185 i nuovi positivi su 21.605 tamponi effettuati, con un rapporto tra positivi e casi testati del 10,1%. 

A Milano città sono 220 i nuovi infetti, mentre in tutta la città metropolitana meneghina sono 658.

Crescono ancora i ricoveri: +14 in terapia intensiva - che arrivano a quota 728 - e +121 nei reparti ordinari, che stanno curando 6.198 persone affette da covid. In una giornata sono quindi 135 i nuovi ricoveri totali.

Nelle ultime 24 ore i morti sono 79, con il tragico bilancio totale che arriva a 29.299. In un giorno sono 6.430 i guariti o dimessi in Lombardia. 

bollettino covid 15 marzo

I vaccini drive trough

Se da un lato le autorità cercano il modo per frenare la nuova avanzata del covid, dall'altro la grande sfida è organizzare al meglio - e più velocemente possibile - la campagna vaccinale.

Lunedì a Milano sono state inaugurate 4 linee di vaccinazione presso il 'drive thruogh' di via Novara, gestito dall'Asst Santi Paolo e Carlo e dall'esercito. "Sulle vaccinazioni abbiamo bisogno di accelerare. Quella di massa deve essere un'operazione rapidissima per avere efficacia. È dunque fondamentale l'arrivo dei vaccini, anche quelli nuovi tipo Johnson and Johnson che, essendo monodose, consentono di vaccinare molte più persone in un tempo rapido", il commento del governatore, Attilio Fontana. 

"La gente è arrivata ai limiti della capacità di sopportare le continue privazioni di libertà - ha spiegato il presidente lombardo - e ai limiti della capacità di sostenere economicamente le sue attività. Quindi bisogna accelerare".

"La nostra battaglia per sconfiggere il virus - ha aggiunto Fontana - passa anche da qui. I centri sono pronti, le strutture sono pronte e l'organizzazione è pronta. Ci servono però i vaccini, tutti i vaccini possibili e il personale sanitario che ci hanno promesso da Roma. Solo così potremo veramente accelerare".
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona gialla: le faq aggiornate e le regole per capire cosa si può fare

Attualità

Un uomo è rimasto incastrato col pene nel peso di un bilanciere

Coronavirus

Lombardia zona gialla: cosa potrebbe riaprire dal 26 aprile

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Porta Nuova

    In piazza Gae Aulenti è comparso un enorme caprone di legno

  • Cologno

    Le sette caprette salvate a Cologno (Milano)

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento