menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto Ansa

Foto Ansa

Neonato di 40 giorni guarito e medici in arrivo da Cuba: "Questa battaglia la vinciamo noi"

Lo ha detto l'assessore regionale al Welfare Giulio Gallera durante la quotidiana conferenza di aggiornamento sull'emergenza sanitaria in corso

Un neonato di 40 giorni ricoverato a Lecco perché positivo al Covid-19 è stato dimesso dopo essere guarito. Intanto da Cuba è in arrivo un'équipe di 52 medici specialisti che lavoreranno a Crema. Sono queste le buone notizie date dall'assessore al Welfare Giulio Gallera durante la conferenza stampa sulla situazione sanitaria in Lombardia, dove putroppo l'aumento di casi e decessi è costante: al 20 marzo si registrano 22.260 contagi (più 2.380 in 24 ore) e 2549 morti (più 348). I guariti sono invece 4235. La crescita dei contagi si registra anche a Milano che ne conta 3804 casi (più 526).

Le buone notizie a un mese dall'inizio dell'emergenza

"Questa battaglia - ha detto l'assessore -  la vinciamo noi con la forza e la determinazione dei lombardi". A un mese dall'inizio dell'emergenza, con il primo paziente positivo al virus che nel frattempo è guarito, il lavoro di medici e infermieri è stato coraggioso e instancabile. "Sono grandi eroi che si sono immediatamente messi al lavoro sempre più bardati - ha dichiarato Gallera -. Abbiamo imparato a conoscerli e a vedere la loro forza e la loro sofferenza".

Rispetto ai primi giorni dell'emergenza la consapevolezza degli italiani e dei lombardi è sicuramente cresciuta, portandoli ad assumere atteggiamenti più responsabili. "Questa - ha detto l'assessore - è la battaglia degli italiani, questa è la battaglia dei lombardi. La vinciamo se ognuno di noi la combatte
e la vive con grande determinazione".

Mentre molti specializzandi vengono assunti dal sistema sanitario, sono tanti anche i medici pensionati che hanno risposto all'appello della Regione. "Anche questo è il segno che quando c'è un'emergenza e il Paese chiama, la parte migliore del Paese si mobilita e risponde", ha voluto sottolineare Gallera. Nei prossimi giorni sono attesi 52 medici cubani molto esperti, che hanno combattuto l'Ebola e lavoreranno a Crema per alleggerire il carico di lavoro. Venerdì 20 marzo a Cremona, una delle zone con più casi, è stato inaugurato l'ospedale da campo realizzato grazie alla Ong americana Samartan's Purse.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento