#Salviamo la Lombardia, tutto pronto per la protesta contro la giunta Fontana in Duomo

Gli organizzatori: "Portiamo le ragioni di 85.000 cittadini che in queste settimane si sono battuti per il commissariamento della sanità lombarda e lo Stop alla legge regionale 23"

Protesta a Bergamo contro Fontana

"Oltre 60 organizzazioni, oltre 100 volontari mobilitati per garantire il distanziamento personale. Lavoratori della sanità, ex-pazienti e familiari, intellettuali, artisti, insieme per una vera svolta nelle politiche sanitarie della Regione Lombardia, per la revisione della legge Maroni, per mandare a casa chi non ha saputo gestire la pandemia!". Cresce la mobilitazione intorno all’iniziativa per sabato 20 giugno in piazza Duomo a Milano, organizzata da Arci Milano, Acli Milanesi, AiutArci a Milano, Arci Lombardia, Casa Comune, Cittadini reattivi, iCoinvolti, I sentinelli di Milano, Medicina Democratica e Milano 2030, come riferito dagli stessi organizzatori. 

"Sono oltre 60 le organizzazioni aderenti - fanno sapere - tra cui la Casa della Carità di Don Colmegna, Non Uno di Meno, Legambiente, Mediterranea, i Giovani Democratici, le Sardine di Brescia, Como e Salò, CNCA Lombardia, il Forum per il diritto alla salute, Costituzione Beni comuni e tante altre. E poi Claudio Bisio, Cecilia Sarti Strada, Giulio Cavalli, Alessandro Robecchi, Lella Costa, Francesco Laforgia, Susanna Camusso, Pierfrancesco Majorino, Vittorio Agnoletto, tanti sindaci e consiglieri comunali di Milano, della provincia e della Lombardia, tutta la segreteria della Camera del Lavoro di Milano e quella della Cgil regionale, la segretaria della Fiom".

A Bergamo, proteste contro Fontana

"Dal cuore della città per andare al cuore del problema: in piazza con i nostri cartelli e rispettando il distanziamento personale perché la Lombardia nella gestione della pandemia è stata un disastro totale. La metà delle persone morte a causa del Covid-19 in Italia - denunciano nella nota che anticipa l'evento - vivevano in Lombardia. Sprechi di denaro enormi, nessuna assistenza territoriale, giornate di attesa al telefono e settimane o mesi per avere un tampone o un sierologico a meno di pagare: la gestione della pandemia in Lombardia è stata un disastro".

E ancora: "Abbiamo pagato sulla nostra pelle e su quella delle persone a noi care, decenni di scelte scellerate che hanno privilegiato l'ospedalizzazione e la centralizzazione delle strutture sanitarie, che hanno smantellato i servizi socioassistenziali e ridotto la salute delle persone a merce. Le scelte fatte in questi mesi sono state devastanti e hanno dimostrato l'insipienza di chi avrebbe dovuto proteggere la nostra regione dalla pandemia. Per questo chiediamo al governo di intervenire, commissariando la sanità lombarda, e alla vigilia della scadenza della cosiddetta sperimentazione Maroni - la legge regionale n. 23 del 2015 che ha costruito di fatto il sistema che si è dimostrato fallimentare anche e soprattutto durante la pandemia – ne chiediamo la completa revisione".

"Vogliamo una vera svolta. Chiediamo - la richiesta - di realizzare quello che non è accaduto in tutti questi anni: il radicale potenziamento del welfare e del Servizio Sanitario Nazionale, a partire da una svolta nel riconoscimento professionale del personale sanitario, medico, infermieristico, lavoratrici e lavoratori e dal sostegno alle e agli specializzandi. Abbiamo diritto a un sistema di salute che ci protegga".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Milano 2030 tra gli organizzatori della manifestazione dichiara che si porteranno "in Duomo, le ragioni di 85.000 cittadini/e che in queste settimane si sono battuti/e per il commissariamento della sanità lombarda e lo Stop alla legge regionale 23, per una sanità pubblica e universale. La nostra battaglia si è allargata, coinvolgendo centinaia di organizzazioni e personalità, che in modo corale chiedono anche giustizia e verità ai responsabili politici della sanità lombarda, sulle inadempienze e i tragici errori commessi nella gestione della pandemia Covid-19".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Autostrade, confermato lo sciopero domenica 9 e lunedì 10 agosto: le cose da sapere

  • Milano, paga 15 euro ed esce dall'Esselunga con 583 euro di spesa: "Sono sudcoreana"

  • Terrore in Duomo: uomo armato di coltello prende in ostaggio guardia giurata, arrestato

  • Disavventura per una famiglia di Milano, trova la casa delle ferie devastata e occupata

  • Milano, violenta rissa in strada: il video choc dei residenti che seguono tutto dalle finestre

  • Bollettino coronavirus Milano e Lombardia: +118 contagi, +5 morti, aumentano ancora ricoveri

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MilanoToday è in caricamento