Sollecito, Radicali, politici milanesi: sciopero della fame "per salvare i carcerati dal covid"

L'iniziativa della "Associazione per l'Iniziativa Radicale Myrian Cazzavillan". Chi partecipa

Berni Ferretti, la De Marchi e Sollecito

Ventiquattro ore senza mangiare. Ventiquattro ore di protesta pacifica, ma "forte", per accendere i riflettori su storie e vite di persone che rischiano di finire tragicamente. La "Associazione per l'iniziativa radicale Myrian Cazzavillan" sta organizzando uno sciopero della fame per chiedere al governo di intervenire sul mondo delle carceri, che sta facendo - come il resto d'Italia - i conti con l'emergenza coronavirus.

All'iniziativa prenderà parte una variegata rappresentanza milanese e lombarda. Nelle scorse ore, infatti, all'appello di Rita Bernardini - membro del consiglio generale del partito Radicale - hanno risposto Giampaolo Berni Ferretti - presidente di Milano Vapore e vice capogruppo di Forza Italia al Municipio 1 -, Diana De Marchi  - consigliere comunale del Pd -, Bruno Cappuccio, e Alessio Alberti, capogruppo di Italia Viva a Desio. All'appello ha risposto anche Raffaele Sollecito, a lungo imputato - e poi assolto - per l'omicidio di Meredith Kercher.

"A fronte del preoccupante dilagare dei casi di contagio da coronavirus nelle carceri italiane i partecipanti a questa iniziativa nonviolenta chiedono a Governo e Parlamento di intervenire prima che sia troppo tardi", si legge in una nota dell'associazione. La richiesta, inevitabilmente, è di ridurre "drasticamente la popolazione detenuta attraverso qualsiasi intervento di legge che sia aderente alla nostra Costituzione e alla convenzione europea dei diritti dell’Uomo: amnistia, indulto, modifiche sostanziali al decreto “Ristori” per ampliare la platea dei beneficiari, liberazione anticipata speciale". L'obiettivo finale, invece, è "evitare la morte per pena, anche di chi è in attesa di giudizio e potrebbe essere giudicato innocente"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, la Lombardia è zona arancione: le faq aggiornate per capire cosa si può fare

  • Zona rossa, zona arancione e zona gialla: quando serve l'autocertificazione

  • Milano, la Lombardia è zona rossa: le faq aggiornate per capire cosa si può fare

  • Lombardia verso la zona rossa da lunedì 18 gennaio

  • Milano, il negozio vieta l'ingresso "alle persone vaccinate di recente": il cartello diventa virale

  • Da oggi al 15 gennaio Lombardia in zona arancione, cosa si può fare e cosa no

Torna su
MilanoToday è in caricamento