menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Le prenotazioni partono dal 23 aprile: l'ennesimo errore della Regione in un comunicato

Sul sito c'era scritto che sarebbero partite dalla mezzanotte del 22 (ovvero 10 ore fa). Ma da Pirellone si intendeva domani (mezzanotte del 23). Centralini roventi ed ennesima gaffe

"A partire dalla mezzanotte di domani, giovedì 22 aprile, anche le persone di età compresa tra i 60 e i 64 anni potranno prenotare il proprio appuntamento per la vaccinazione anti Covid-19". Con queste parole la Regione Lombardia, nel pomeriggio di mercoledì, confermava l'apertura della campagna vaccinale per gli over60, data in linea con il calendario presentato in pompa magna il 1° aprile.

Ma le vaccinazioni sul sito della regione sono ancora bloccate per chi ha 60 anni, ce l'hanno segnalato molti lettori e di fatti anche il portale rimarca che le prenotazioni (esclusi soggetti fragili) sono aperte solo per chi è nato prima del 1956. Abbiamo contattato il call center dedicato e ci hanno spiegato che non si tratta di un malfunzionamento, gli operatori hanno sottolineato che le prenotazioni partiranno da domani (23 aprile). Secondo la Regione, infatti, la mezzanotte del 22 aprile è la notte tra giovedì e venerdì. Ma a rigor di logica, tuttavia, le 00:00 della notte tra giovedì e venerdì è la mezzanotte (l'istante di tempo che intercorre tra un giorno e il successivo, secondo la definizione scientifica) di venerdì 23 aprile. 

Intorno a mezzogiorno di giovedì (12:16, per essere precisi) il governatore Attilio Fontana ha ritrattato la posizione della Regione spiegando che le prenotazioni del siero per la fascia 60-64 anni partiranno alle 23 di oggi: 23 ore in ritardo rispetto a quanto annunciato col comunicato, un'ora in anticipo secondo il punto di vista dell'ufficio stampa del Presidente. Ma, almeno, dire "dalle 23 del 22 aprile" è molto più chiaro e non si presta ad alcuna ambiguità. 

Tutti i problemi con la campagna vaccinale della Lombardia

I problemi della Lombardia con la campagna vaccinale erano iniziati a febbraio quando, terminate le immunizzazioni degli operatori sanitari, erano state aperte le prenotazioni agli anziani con più di ottant'anni. In prima battuta non arrivavano gli sms che certificavano l'avvenuta prenotazione (problema che era stato addebitato al gestore del servizio); successivamente erano emerse criticità riguardo la piattaforma sviluppata internamente da Aria (società della Regione). Più nel dettaglio la piattaforma non inviava gli sms di conferma dell'appuntamento creando dei veri e propri "buchi" nei centri vaccinali. Nelle scorse settimane la piattaforma di Aria è stata sostituita con quella di Poste che per il momento sembra essere immune da questi malfunzionamenti.

Come si prenota il vaccino

Il vaccino si può prenotare online a questo indirizzo, basta tenere a portata di mano il numero della tessera sanitaria e il codice fiscale. Non solo: si può prenotare anche chiamando il call center al numero 800 894 545; tramite i Postamat di Poste Italiane o attraverso i portalettere che quotidianamente consegnano la corrispondenza.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento