Martedì, 26 Ottobre 2021
Elezioni comunali 2020

Comunali, 5 a 2 per il centrosinistra. E il sogno di strappare Corsico e Legnano

I due sindaci di centrodestra sono entrambi riconferme nette, a Cologno e Parabiago

Cinque Comuni al centrosinistra, due al centrodestra. Il bilancio (parziale) delle amministrative che si sono svolte in nove Comuni della Città Metropolitana di Milano, il 20 e 21 settembre in concomitanza con il referendum sul taglio del numero dei parlamentari, è questo. Parziale, appunto, perché in alcuni centri si va al ballottaggio tra due settimane, e la partita è aperta.

I due sindaci di centrodestra sono riconferme a "valanga", dovute in gran parte alla fiducia nella persona: a Parabiago è travolgente Raffaele Cucchi con il 63,16%, trascinato dalla Lega al 33,81%. A Cologno Monzese Angelo Rocchi aveva perso l'appoggio di Forza Italia, ma conquista il secondo mandato con il 58,56%. In questo caso, ottimo il risultato della lista civica del sindaco: con il 17,49% è il secondo partito di Cologno dopo la Lega. Da segnalare l'inedita alleanza tra Europa Verde e i 5 Stelle, ma l'8% abbondante del candidato sindaco Vincenzo Barbarisi, di Ev, è merito soprattutto del M5S.

Cinque, invece, i sindaci eletti di centrosinistra. Riconferme ma anche cambi di colore. A Bollate è netta la riaffermazione di Francesco Vassallo, primo cittadino uscente, con il 56,03% e il Pd al 36,99%. A Segrate ancora fiducia a Paolo Micheli, col 51,66% e la sua lista civica primo partito in città. Riconfermato (ma qui non ci sarebbe stato il secondo turno) Luca Elia a Baranzate, grazie anche alla divisione nel centrodestra che presentava due candidati (e tra i due ha avuto la meglio quello "ribelle"). Il centrosinistra strappa invece agli avversari Cuggiono e Vittuone, due realtà le cui precedenti amministrazioni di centrodestra avevano avuto un bel po' di problemi interni. 

Ballottaggi: il centrosinistra "sogna" a Corsico e Legnano

Restano i ballottaggi, a Legnano e Corsico. I due centri su cui gli occhi erano maggiormente puntati. La partita è aperta in entrambi i casi. A Legnano il Pd diventa primo partito e il candidato sindaco di centrosinistra, Lorenzo Radice, pur partendo in svantaggio potrà quasi certamente contare sull'appoggio di Franco Brumana che, con le sue due liste, ha superato l'11%. A Corsico invece il centrosinistra è avanti sul sindaco uscente Filippo Errante, la cui amministrazione è stata costellata di polemiche. E in questo caso è probabile che il candidato del Pd Stefano Ventura possa ottenere, al secondo turno, l'appoggio sia dei 5 Stelle (8,15%) sia dell'ex assessore di Errante Roberto Mei, sostenuto dall'inedita alleanza Fi-Iv, che ha conquistato il 7,76%.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comunali, 5 a 2 per il centrosinistra. E il sogno di strappare Corsico e Legnano

MilanoToday è in caricamento