Comunali, 5 a 2 per il centrosinistra. E il sogno di strappare Corsico e Legnano

I due sindaci di centrodestra sono entrambi riconferme nette, a Cologno e Parabiago

Paolo Micheli, riconfermato sindaco a Segrate

Cinque Comuni al centrosinistra, due al centrodestra. Il bilancio (parziale) delle amministrative che si sono svolte in nove Comuni della Città Metropolitana di Milano, il 20 e 21 settembre in concomitanza con il referendum sul taglio del numero dei parlamentari, è questo. Parziale, appunto, perché in alcuni centri si va al ballottaggio tra due settimane, e la partita è aperta.

I due sindaci di centrodestra sono riconferme a "valanga", dovute in gran parte alla fiducia nella persona: a Parabiago è travolgente Raffaele Cucchi con il 63,16%, trascinato dalla Lega al 33,81%. A Cologno Monzese Angelo Rocchi aveva perso l'appoggio di Forza Italia, ma conquista il secondo mandato con il 58,56%. In questo caso, ottimo il risultato della lista civica del sindaco: con il 17,49% è il secondo partito di Cologno dopo la Lega. Da segnalare l'inedita alleanza tra Europa Verde e i 5 Stelle, ma l'8% abbondante del candidato sindaco Vincenzo Barbarisi, di Ev, è merito soprattutto del M5S.

Cinque, invece, i sindaci eletti di centrosinistra. Riconferme ma anche cambi di colore. A Bollate è netta la riaffermazione di Francesco Vassallo, primo cittadino uscente, con il 56,03% e il Pd al 36,99%. A Segrate ancora fiducia a Paolo Micheli, col 51,66% e la sua lista civica primo partito in città. Riconfermato (ma qui non ci sarebbe stato il secondo turno) Luca Elia a Baranzate, grazie anche alla divisione nel centrodestra che presentava due candidati (e tra i due ha avuto la meglio quello "ribelle"). Il centrosinistra strappa invece agli avversari Cuggiono e Vittuone, due realtà le cui precedenti amministrazioni di centrodestra avevano avuto un bel po' di problemi interni. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ballottaggi: il centrosinistra "sogna" a Corsico e Legnano

Restano i ballottaggi, a Legnano e Corsico. I due centri su cui gli occhi erano maggiormente puntati. La partita è aperta in entrambi i casi. A Legnano il Pd diventa primo partito e il candidato sindaco di centrosinistra, Lorenzo Radice, pur partendo in svantaggio potrà quasi certamente contare sull'appoggio di Franco Brumana che, con le sue due liste, ha superato l'11%. A Corsico invece il centrosinistra è avanti sul sindaco uscente Filippo Errante, la cui amministrazione è stata costellata di polemiche. E in questo caso è probabile che il candidato del Pd Stefano Ventura possa ottenere, al secondo turno, l'appoggio sia dei 5 Stelle (8,15%) sia dell'ex assessore di Errante Roberto Mei, sostenuto dall'inedita alleanza Fi-Iv, che ha conquistato il 7,76%.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mara Maionchi ricoverata per coronavirus a Milano

  • Sciopero generale, venerdì nero dei mezzi a Milano: a rischio metro, bus, tram e treni. Tutti gli orari

  • Coprifuoco in Lombardia: così a Milano torna di 'moda' l'autocertificazione per circolare

  • Bollettino coronavirus Milano e Lombardia, raddoppiano i contagi: 4.126 in un giorno

  • Coronavirus, coprifuoco a Milano e in Lombardia dalle 23 alle 5: c'è l'ok del Governo

  • Coronavirus e coprifuoco Milano e Lombardia: si possono comprare alcolici ai supermercati dopo le 18

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MilanoToday è in caricamento