Elezioni comunali 2021

Come diventare scrutatore e presidente di seggio a Milano e quanto guadagnano

La guida per iscriversi agli albi in vista delle elezioni comunali 2021

Elezioni comunali in arrivo a Milano. E come ogni chiamata alle urne ci sarà bisogno di scrutatori e presidenti di seggio. In vista della tornata elettorale di ottobre 2021, quando la città della Madonnina sceglierà il suo nuovo sindaco, palazzo Marino ha già fatto sapere di aver previsto una spesa di 9,2 milioni di euro. 

Sarà infatti il comune a doversi occupare dell'organizzazione delle amministrative. Il primo passo sarà allestire i 1.248 seggi tradizionali, cui si aggiungono 66 seggi speciali in ospedali, case di riposo e carceri e 5 seggi speciali covid, eventualmente istituiti con decreto governativo. 

Tra i fondi previsti, 1,1 milione - ha sottolineato il comune - "serviranno a coprire gli emolumenti dei componenti di seggio per il primo turno di voto", con la "stessa somma prevista in caso di turno di ballottaggio". 

Quanto guadagnano scrutatori e presidenti di seggio 

"Per i presidenti è previsto un compenso, per singolo turno di votazione, di 187 euro (90 euro per i seggi speciali, 135 euro per i seggi Covid), per i segretari e gli scrutatori 145 euro (61 euro per i seggi speciali, 91,50 euro per i seggi Covid)", ha fatto sapere il comune. 

Ma come si diventa scrutatore o presidente di seggio per le elezioni comunali di Milano? 

Come si diventa scrutatore 

La domanda - scaricabile qui - deve essere presentata entro il 30 novembre di ogni anno. Può essere inviata, insieme alla copia della carta d'identità, via fax al numero 02.884.65159, via email all'indirizzo DSC.ElettoraleAlbi@comune.milano.it, via pec all'indirizzo elettorale@postacert.comune.milano.it, a mezzo posta al Comune di Milano - Ufficio Elettorale via Messina 52/54 - 20154, o ancora presentata presso l'ufficio elettorale del comune di Milano in via Messina 52/54 dal lunedì al venerdì, dalle 8.30 alle 12.00 e dalle 14.30 alle 15.30.

L’iscrizione all'albo è la condizione necessaria per essere designati come scrutatori.

Per iscriversi all'albo occorre:

  • essere cittadini italiani
  • essere elettori del Comune di Milano
  • aver assolto gli obblighi scolastici.

L’iscrizione all'albo resta valida finché l’interessato non presenti domanda di cancellazione o perda i requisiti di iscrizione.

In base alla normativa elettorale sono esclusi dalle funzioni di scrutatore:

  • i dipendenti del Ministero dell'Interno, delle Poste e Telecomunicazioni e dei Trasporti
  • gli appartenenti a Forze Armate in servizio
  • i medici provinciali, gli ufficiali sanitari e i medici condotti
  • i segretari comunali e i dipendenti dei Comuni, addetti o comandati a prestare servizio presso gli uffici elettorali comunali
  • i candidati alle elezioni per le quali si svolge la votazione.

Come si diventa presidente di segio (e chi non può)

La domanda - scaricabile qui - può essere presentata dal 1 gennaio al 31 ottobre di ogni anno. Può essere inviata, insieme alla copia della carta d'identità, via fax al numero 02.884.65159, via email all'indirizzo DSC.ElettoraleAlbi@comune.milano.it, via pec all'indirizzo elettorale@postacert.comune.milano.it, a mezzo posta al Comune di Milano - Ufficio Elettorale via Messina 52/54 - 20154, o ancora presentata presso l'ufficio elettorale del comune di Milano in via Messina 52/54 dal lunedì al venerdì, dalle 8.30 alle 12.00 e dalle 14.30 alle 15.30.

In occasione di elezioni, il presidente di seggio viene nominato dal Presidente della Corte d’Appello di Milano. 

Per iscriversi all'albo dei presidenti di seggio occorre:

  • essere cittadini italiani
  • essere elettori del Comune di Milano
  • essere in possesso del diploma di istruzione secondaria di secondo grado.

L’iscrizione all'albo resta valida finché l’interessato non presenti domanda di cancellazione. La domanda di cancellazione deve essere inviata entro il 31 dicembre di ogni anno, con le stesse modalità seguite per la domanda d’iscrizione. L’iscrizione all'albo è cancellata d’ufficio per perdita dei requisiti o per aver avuto una condanna per reati in materia elettorale.

In base alla normativa elettorale sono esclusi dalle funzioni di presidente:

  • i dipendenti del Ministero dell'Interno, delle Poste e Telecomunicazioni e dei Trasporti
  • gli appartenenti a Forze Armate in servizio
  • i medici provinciali, gli ufficiali sanitari e i medici condotti
  • i segretari comunali e i dipendenti dei Comuni, addetti o comandati a prestare servizio presso gli uffici elettorali comunali
  • i candidati alle elezioni per le quali si svolge la votazione.
     
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Come diventare scrutatore e presidente di seggio a Milano e quanto guadagnano

MilanoToday è in caricamento