rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Legnano Legnano

TPL: "Ora si parte a pieno regime"

Da lunedì 29 agosto entreranno in vigore i nuovi orari e le nuove fermate che, salvo qualche altra modifica, saranno definitivi sino a luglio 2012. Il 12 settembre partirà la linea S

Da lunedì 29 agosto il TPL (Trasporto Pubblico Locale) di Legnano partirà a pieno regime. Presentati in una conferenza stampa gli orari definitivi, le nuove fermate e le novità. Si è conclusa la fase sperimentale effettuata nel periodo estivo che aveva lo scopo di collaudo e di verificare le possibili criticità del servizio.

"Il TPL sta vivendo un periodo storico di particolare difficoltà che alcune volte comporta l'interruzione del servizio", ha dichiarato il comandante della Polizia Locale Ruggieri. Legnano, invece, è andata controcorrente.

"Abbiamo fatto un lavoro enorme, abbiamo preso in mano il contratto e l'abbiamo rivisto. Quello che abbiamo fatto è stato un percorso coraggioso senza effettuare tagli mettendo mano a riforme concrete. I due risultati ottenuti sono stati lo spendere di meno e il rendere un servizio migliore ai cittadini", afferma il sindaco Lorenzo Vitali.

Le novità che da lunedì i legnanesi avranno modo di constatare sono: i nuovi orari permetteranno di avere un bus ogni 30 minuti, anzichè un'ora come nella fase sperimentale. Inoltre prima del riordino del trasporto la cadenza era ogni 40 minuti.

E' previsto un sistema di rendez-vous, ovvero coincidenze, che permetterà agli utenti di scendere da un bus per prenderne un altro attendendo 10-15 minuti. Un sistema, da perfezionarsi, che cadenza gli orari in minuti, ad esempio 6.41 o 7.11, rendendo così gli orari più facilmente memorizzabili. In questo modo il cittadino non avrà più bisogno dell'orario cartaceo.

Per le linee A. B, C l'ultima corso sarà alle 20.30, mentre per la linea H (ospedale) per favorire i dipendenti è stato effettuato un estensione del servizio sino alle 21.

Per quanto riguarda la linea S, quella scolastica, che partirà il 12 settembre verrà suddivisa in due linee: S1 che farà Mazzafame-Olmina e l'S2 Pionieri dell'aria-Olmina. "Con questa linea si copre l'80-90% di territorio", prosegue il comandante.

Il lavoro di squadra polizia locale-cittadini-STIE, il gestore del servizio, ha permesso di perfezionare il servizio. "Abbiamo ricevuto molte segnalazioni e critiche a cui abbiamo risposto introducendo nuove fermate senza snaturare il progetto di Polinomia", dice Carlo Botta mobility manager della Polizia Locale.

Per la linea H (Blu) ed S la nuova fermata è via Volta/Zaroli; ripristinata per la linea C la fermata di via Montebello e in più aggiunta fermata di via Plinio/Stoppani e ripristino di via Montesanto; per la linea B introdotte du efermate in via Parma per facilitare le scuole e gli abitanti di via sabotino via Liguria; infine via Tasso/Firenze e Firenze/San Bernardino saranno nuove fermate.

"E' una scommessa, c'è ancora molto da lavorare. Con la ditta Busnelli, quella che fornisce i semafori, stiamo perfezionando sistema di fotocellule in modo da permettere al bus, alle ambulanze e alle forze dell'ordine di poter passare con il verde.

Questo accorcerebbe i tempi da rendere il servizio più veloce. Inoltre stiamo lavorando sulla rete urbana, sul riordino dele cabine e la segnaletica e sono stete segnalate delle anomalie al display interno dei bus che ripristineremo", prosegue il mobility manager.

"Ringrazio la STIE, gli autisti che nei primi giorni della fase sperimentale erano interessati al nuovo riordino e ringrazio l'ing. Damiano Rossi di Polinimia che ha fatto un ottimo lavoro", conclude.

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

TPL: "Ora si parte a pieno regime"

MilanoToday è in caricamento