rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Rho Rho

Fratelli trucidati, il movente: "Volevo riconquistare Ilaria"

Comincia a delinearsi il quadro che avrebbe portato Riccardo Bianchi a uccidere, con una notte di follia, l'ex fidanzata e suo fratello. "Volevo riconquistarla, e Gianluca non mi aiutava"

ilaria_palummieriComincia a delinearsi il movente del duplice e folle omicidio che avrebbe portato Riccardo Bianchi a uccidere l'ex fidanzata Ilaria Palummieri (21 anni, nella foto da Fb) e suo fratello, Gianluca Palummieri (20 anni).

Il tutto sarebbe nato da una smania "folle" di rinconquistare l'ex ragazza. "Ho chiesto aiuto a Gianluca - avrebbe detto agli inquirenti il presunto killer -, ma lui non voleva saperne". Così la rabbia cieca, che si è scagliata su entrambi.

Ieri, nel frattempo, è arrivata la decisione del gip di Milano, Stefania Donadeo, che ha convalidato il fermo e di sposto per lui la misura cautelare, mentre il pm Cecilia Vassena è stata impegnata per l'intera giornata nel sentire una serie di testimoni, tra cui amici e familiari del ragazzo e delle due vittime, per chiarire il quadro in cui è maturato il duplice omicidio.

Gli inquirenti, però, continuano ad avere in mano un racconto "lacunoso" e "frammentario" da parte del ragazzo, anche dopo l'interrogatorio di garanzia che si è svolto ieri nel carcere di San Vittore. Per questo motivo hanno bisogno di trovare riscontri alle sue parole confuse, attraverso elementi investigativi e dichiarazioni di altri testi per capire, come spiega un investigatore, "se ha detto la verità, tutta la verità".

Così negli uffici della questura ieri sono stati ascoltati alcuni testimoni, tra amici e familiari di Bianchi e dei fratelli Palummieri, alcuni dei quali già sentiti nei giorni scorsi, per cercare di 'sviscerare' lo stretto rapporto che fino a qualche mese fa legava i tre ragazzi. E anche per ricostruire gli ultimi giorni di vita di Gianluca e Ilaria e individuare il motivo che può aver portato Riccardo dentro un tunnel di follia, orrore e violenza per venti ore, dalla serata tra mercoledì e giovedi scorsi all'omicidio di Ilaria, nel pomeriggio di giovedì.

Omicidio Via Salvo d'Acquisto Rho 24 giugno 2011

Intanto non sono ancora stati decisi i tempi dell'autopsia e i legali del giovane valutano la possibilità di richiedere una perizia psichiatrica al gip, con la formula dell'incidente probatorio per cristallizzare la prova in vista del processo. Il gip, ad ogni modo, ha ritenuto credibile l'assunzione piena di responsabilità da parte del ragazzo negli omicidi, confermando per lui il carcere.

VENERDI' L'AUTOPSIA AI CORPI DEI FRATELLI

IL PRESUNTO OMICIDA: "HO FATTO TUTTO DA SOLO"

LA RABBIA DEL PADRE DI ILARIA E GIANLUCA

PRIME TRE ORE DI INTERROGATORIO PER RICCARDO BIANCHI

 


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fratelli trucidati, il movente: "Volevo riconquistare Ilaria"

MilanoToday è in caricamento