Sesto San Giovanni

La lista civica «Sesto nel cuore» contro la pista ciclabile di via Casiraghi: «È pericolosa»

L'amministrazione comunale risponde: «Gli incidenti sono avvenuti sulla carreggiata e hanno coinvolto delle autovetture»

La lista civica Sesto nel cuore punta il dito sulla pista ciclabile di viale Casiraghi a Sesto San Giovanni: un tratto pericoloso a causa dei ciclisti, secondo la forza di minoranza. «Davanti al silenzio dell'amministrazione comunale non esiteremo, di fronte a un ulteriore incidente più che prevedibile, a denunciare la sindaca e i responsabili di tale disservizio», si legge in una nota diffusa dal gruppo consiliare. 

Secondo la lista che siede tra i banchi dell'opposizione si sono verificati «investimenti e scontri con passanti, fortunatamente non gravi. L’Amministrazione Comunale nonostante gli impegni presi nel corso di una commissione Consiliare, partecipata dei cittadini, si è dimostrata assente ed incapace di affrontare il problema».

Sul caso è intervenuto il municipio con una nota. «Nell’ultimo biennio nessuno degli incidenti rilevati su viale Casiraghi nel tratto compreso tra piazza IV novembre e via Picardi si è verificato lungo il marciapiede o l’area pedonale — precisa l'amministrazione comunale —. Gli incidenti in cui sono stati coinvolti pedoni sono stati in totale sei nel 2015 e quattro nel 2016, ma i dieci sinistri sono avvenuti tutti sulla carreggiata stradale ed hanno visto coinvolte delle autovetture. In un solo caso si è trattato di un motoveicolo ma, anche in questa occasione, questo era circolante su carreggiata stradale».

«A seguito della petizione presentata a suo tempo — prosegue il Municipio —, la polizia locale ha predisposto specifici servizi di controllo dai quali è emerso che il fenomeno denunciato era principalmente determinato dalla necessità dei ciclisti di raggiungere le attività commerciali, mentre la pista ciclabile si trova sul lato opposto della strada».

«La località — concludono da Piazza della Resistenza — è sorvegliata quotidianamente dalle unità di polizia locale assegnate al controllo del territorio e ogni operatore, in presenza di violazioni del codice della strada, è tenuto a procedere a norma di legge, senza dover attendere imput di sorta».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La lista civica «Sesto nel cuore» contro la pista ciclabile di via Casiraghi: «È pericolosa»

MilanoToday è in caricamento