rotate-mobile
Domenica, 23 Gennaio 2022
Attualità Stazione Centrale

Pranzi e cene di Natale annullati: gli alberghi donano tutto il cibo in beneficenza

Gli albergatori di Centrale District hanno donato tutto quello che avevano nelle dispense

Pranzi e cenoni natalizi sono stati cancellati dalle restrizioni per contenere il covid. E gli alberghi attorno alla Stazione Centrale di Milano, per non buttare nella spazzatura tutto il cibo che avevano comprato per le feste, hanno deciso di donarlo a chi ne ha bisogno. 

Nella mattinata di martedì i volontari di Pane quotidiano hanno ritirato pasta, taralli, brioches, baci di dama, panettoni ma anche spumanti, birre e succhi di frutta da diverse strutture: l primo, all’Hotel Melià di via Masaccio, dove ad accoglierli c’era Andrea Giorgi, General Manager INNSiDE Milano Torre GalFa, il secondo all’E.C.HO di viale Andrea Doria, presente Marco Pratolongo, direttore degli Starhotels E.c.ho., Anderson e Ritz e Sandra Foucher, direttore del NYX Milano. Insieme a loro, anche Camilla Doni, vice presidente di Centrale District e direttore Best Western Hotel Madison Milano.

Albergatori e volontari hanno lavorato tutta la mattina per caricare pacchi e confezioni con oltre 600 brioches, più di mille fagottini e muffin, decine di scatole con taralli, birre, succhi e tanto altro. “Una parte degli ordini sono stati donati ai nostri dipendenti – raccontano Andrea Giorgi e Sandra Foucher – mentre una parte abbiamo voluto donarla in beneficenza come già avevamo fatto altre volte”. “Le difficoltà del comparto turistico e ricettivo di questo periodo hanno lasciato molti alberghi con dispense piene – spiega Camilla Doni – Nessun’altra destinazione ci è sembrata più opportuna della solidarietà".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pranzi e cene di Natale annullati: gli alberghi donano tutto il cibo in beneficenza

MilanoToday è in caricamento