A Milano si respira (quasi) aria di montagna: la situazione centralina per centralina

A Milano e hinterland si registrano basse concentrazioni di inquinanti. Ecco tutti i dati

A Milano si respira quasi aria di montagna. Nella giornata di lunedì 12 ottobre le centraline dell'Arpa hanno registrato concentrazioni di polveri sottili entro i limiti (fissati a 50 microgrammi per metro cubo), la media di Pm10 calcolata all'ombra della Madonnina è stata di 13.8 µg/m³.

"Mal'aria", Milano ultima nella classifica sulla qualità dell'aria

La presenza di polveri sottili, comunque, non è uniforme e varia in base alle zone della città: 10 in viale Marche, 27 in Città Studi, 19 µg/m³ in via Senato, 10 al Verziere. Questa, invece, la situazione fotografata all'esterno della città: a Limito di Pioltello sono stati registrati 8 µg/m³, 10 a Cassano d'Adda, mentre a Turbigo le centraline hanno rilevato 8 microgrammi per metro cubo, 18 a Magenta.

Per il momento non è attivo nessun 'blocco del traffico' previsto dal Protocollo aria di Regione Lombardia: il primo stop scatta dopo cinque giorni con concentrazioni di polveri sottile oltre la soglia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

  • Incendio a Cologno, fiamme ed esplosioni nel condominio: casa distrutta, palazzo evacuato

  • Bresso (Milano), due agenti della polizia locale accoltellati: uno è grave

  • "Ve matamos a todos", poi calci e pugni: il folle assalto della 'gang', 5 poliziotti feriti in metro

  • Lombardia verso la zona arancione: ma non c'è nulla da esultare. I numeri

  • Violenza sessuale a Milano, ragazza stuprata dal cugino del padre: "Se parli ti taglio la testa"

Torna su
MilanoToday è in caricamento