Venerdì, 24 Settembre 2021
Attualità

Metro Atm, stop ai furbi dell'evasione: in arrivo altre porte scorrevoli

L'iniziativa, che lentamente verrà estesa a tutte le stazioni, eviterà il salto del tornello

In prospettiva, tutti i tornelli della metropolitana milanese saranno come quelli della M5, la lilla, la più moderna. Ovvero anti-furbi: sarà impossibile, come avviene ora, scavalcare o passare sotto alla sbarretta senza pagare il biglietto, come purtroppo avviene in tante stazioni attualmente.

Atm infatti indirà a breve una gara per la fornitura delle 'sliding doors' (che avranno tutte la possibilità di pagare con la carta di credito contact-less). Verranno inizialmente installate in Duomo, Porta Genova e Cadorna, partendo quindi dalla linea rossa M1.

A cascata, arriveranno anche per le altre fermate. Si parla dell'inizio del 2019 o al più tardi di primavera-estate. Il costo, secondo quanto è trapelato, non è definito e sembra si aggiri oltre i 2 milioni di euro per i primi interventi.

La lotta contro l'evasione prosegue senza sosta. Da luglio, nelle stazioni di Centrale (solo lato M2) e Lambrate M2, i tornelli in uscita sono chiusi con obbligo di convalida del titolo di viaggio, portando a 106 le stazioni interessate dal provvedimento, su un totale di 113 stazioni. L’impegno dell’Azienda nella lotta all’evasione è sempre maggiore e nel 2018 c’è stata una svolta dopo il piano di assunzioni messo in atto nel 2017. Infatti, oltre alla chiusura dei tornelli, Atm ha aumentato di oltre il 50% il numero dei controllori. L’Azienda ha introdotto, inoltre, nuove modalità di acquisto dei titoli di viaggio sempre più semplici e innovative, come l’acquisto via SMS e via App, fino al recente avvio del nuovo sistema di pagamento contactless in metropolitana.

Non solo. L’Azienda ha introdotto nuove modalità di controllo sia in metropolitana, sia in superficie, sette giorni su sette. In metropolitana le operazioni di verifica vengono effettuate da squadre itineranti anche a bordo dei treni, mentre in superficie i controllori presidiano anche le linee più sensibili, in alcuni casi congiuntamente con gli agenti della security Atm e pattuglie della Polizia Locale. Atm ha inoltre intensificato i controlli anche con iniziative specifiche, come ad esempio quella del cosiddetto “mercoledì da leoni”, nella quale un giorno alla settimana un’intera linea viene “battuta” da squadre di controllori per tutta la giornata.

I risultati dei controlli

Nel primo semestre di quest’anno il numero delle persone controllate è aumento del 63% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno e, conseguentemente, le sanzioni sono aumentate del 30%. Ciò sta a significare che con l’aumento del numero dei controllori e dei controlli le sanzioni, seppur in crescita, aumentano proporzionalmente molto di meno.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Metro Atm, stop ai furbi dell'evasione: in arrivo altre porte scorrevoli

MilanoToday è in caricamento