Omicidi San Donato Milanese

Donna uccisa a coltellate per strada nel Milanese: il killer confessa

L'omicidio è del mese di febbraio: la svolta durante l'interrogatorio in carcere a Pavia

Dopo mesi di silenzio e reticenze, ha confessato. Martedì mattina presso il carcere di Pavia si è svolto l'interrogatorio di Kipe Alfred, arrestato lo scorso 7 febbraio dai carabinieri di San Donato Milanese, sotto il coordinamento della Procura della Repubblica di Lodi, perché ritenuto responsabile dell'omicidio della sua convinente, uccisa con 5 coltellate alle gambe e alla schiena in una rotonda sulla sp 40 tra San Giuliano Milanese e Melegnano. E l'uomo ha confessato.

L'avrebbe ammazzata per gelosia. L'avrebbe sorpresa in strada e assassinata. Quindi sarebbe scappato e sarebbe andato a bere. Luljeta Heshta, 47enne cittadina albanese, era stata uccisa una domenica mattina a coltellate, nel tratto di strada in cui era solita prostituirsi. Il compagno della vittima, che era in Italia da quasi dieci anni ed era mamma di un figlio, è stato fermato quasi subito.

Vittima e assassino stavano insieme da circa 20 anni e abitavano in zona Corvetto. I motivi dell'omicidio sarebbero da ricercare nella gelosia dell'uomo, anche lui albanese, di 43 anni e con numerosi precedenti alle spalle. Quando i militari lo hanno fermato - proprio nell'abitazione al Corvetto - era ubriaco e vestito ancora con gli abiti che indossava al momento dell'omicidio: scarpe rosse, cappellino nero e giubbotto scuro.

Interrogato fino a tarda notte, non aveva confessato, anzi aveva detto agli investigatori di essere stato tutto il giorno in un bar di Milano, ma le immagini delle telecamere di sicurezza sulla Provinciale lo collocavano sulla scena dell'omicidio, così come il racconto di alcuni testimoni. Il 43enne, che si è contraddetto più volte, avrebbe anche fatto riferimento alla sua gelosia per un presunto rapporto tra la compagna e un amante che andava avanti da mesi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Donna uccisa a coltellate per strada nel Milanese: il killer confessa

MilanoToday è in caricamento