Giovedì, 24 Giugno 2021
Cultura Porta Venezia

“Under Attack” in mostra a Milano dal 15 novembre

Mentre I'ISIS, i nazisti del Terzo millennio, distruggono le opere d'arte, l'artista Alessandro Giorgetti partorisce un progetto metafora provocatorio per sensibilizzare il mondo artistico contemporaneo.

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MilanoToday

Dopo l'enorme successo di 1000 Preghiere per Noi, la banconota con il volto di Padre Pio, una delle quali è custodita presso il museo di Padre Pio a Pietrelcina. Alessandro Giorgetti esce con nuovissimo e originale progetto artistico “Under Attack”. Un progetto metafora (in un momento storico particolare) contro chi distrugge l'arte.

L'arte massacrata e rovinata dall’ignoranza ma anche frenata da artisti che si fermano al passato senza una proiezione futuristica, creando in tal modo uno stallo sociale. Per il Grande Maestro d’arte Alessandro Giorgetti è invece diverso, tutto intorno a lui si crea, si trasforma ,evolvendo in nuove espressioni artistiche.

Per la prima volta nel campo pittorico e artistico, Alessandro Giorgetti ha voluto lasciare un segno molto forte nelle sue opere, realizzate con una particolare tecnica per rendere il quadro sfregiato e bucato, in queste particolarissime tele è stato usato per la prima volta dall’artista il fuoco. Il fuoco è uno dei quattro elementi della filosofia greca antica, il più delle volte associato alle qualità dell’energia, della grinta e della passione, ma anche alla rovina e alla distruzione.

Alessandro Giorgetti come il grande Andy Warhol, ha sempre diviso a metà il mondo dell'arte tra critici che lo disdegnano e critici che lo adorano e ammirano, ma sicuramente con un grande pubblico al seguito fino a diventare oggi l’artista internazionale contemporaneo più originale e quotato nel mercato attuale, un Guru nel mondo dell'astratto al quale molti artisti fanno riferimento. Oggi comprare una sua opera è un investimento sicuro e qualcuno afferma che i suoi quadri in costante crescita, avranno un'impennata di quotazione entro i prossimi dieci anni. Un artista completo a 360 gradi, che seppur in stile astratto, riesce sempre a donare emozioni allo spettatore, osservare dal vivo le sue opere è un'indimenticabile esperienza. Il Nuovo progetto con le tele bucate “Under Attack” sarà esposto dal 15 Novembre al 15 Gennaio 2016 nelle due gallerie milanesi Deodato Arte in via Carlo Pisacane, 36 e in via Santa Marta,6. L'artista per rendere accessibili a tutti le sue opere ha sempre creato anche miniature a prezzi abbordabili speriamo lo faccia anche in questa occasione.  

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Under Attack” in mostra a Milano dal 15 novembre

MilanoToday è in caricamento