"Coprifuoco" per i centri commerciali, il presidente di categoria: "Siamo preoccupati"

La proposta non è ancora ufficiale, la squadra di Fontana sta scrivendo il regolamento

Un centro commerciale nei giorni scorsi

Manca ancora l'ufficialità ma i centri commerciali della Lombardia sembrano essere destinati a chiudere i battenti durante il weekend. Il fatto è previsto nella richiesta "di coprifuoco" firmata dal presidente della Regione Attilio Fontana e dai primi cittadini dei comuni capoluogo; proposta che è stata accolta e appoggiata dal governo. 

La chiusura dei grandi magazzini (che non determina la serrata dei supermercati e degli esercizi alimentari di prima necessità) ha destato numerose perplessità. Tra queste quella del presidente del consiglio nazionale dei centri commerciali, Roberto Zoia. "Vogliamo ribadire con forza che la sicurezza è sempre stata al primo posto nelle nostre strutture, fin dall’inizio del lockdown nel corso del quale abbiamo comunque garantito agli italiani i servizi di prima necessità, applicando da subito protocolli di sicurezza rigorosissimi — ha scritto Zoia in una nota —. Quando poi i centri commerciali hanno riaperto tutte le attività, abbiamo ampliato le misure già implementate per tutelare al massimo la salute dei lavoratori, dei commercianti, dei fornitori e dei clienti. Da maggio ad oggi, si è iniziato ad intravedere qualche segnale incoraggiante di ripresa, risultato di sforzi immensi fatti dall’intero settore".

La chiusura dei grandi magazzini metterebbe in crisi il settore: "Una nuova chiusura dei centri commerciali in Lombardia durante i weekend, che rappresentano il maggior introito (ossia circa il 20-30% del fatturato settimanale) e vedono il maggior livello di occupati, rischierebbe di porre un brusco freno a questo graduale percorso di recupero e mettere definitivamente in ginocchio un numero importante di attività commerciali in affanno ormai da mesi, generando una situazione drammatica dal punto di vista occupazionale — ha continuato Zoia —. Si tratta di una proposta che ci preoccupa enormemente, considerato che proprio la Lombardia rappresenta almeno il 20% dei circa 140 miliardi di euro di fatturato che l’intero settore dei centri commerciali, incluso l’indotto, realizza annualmente nel territorio nazionale con 783mila posti di lavoro".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

  • Milano, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • La Lombardia diventa zona arancione: adesso è ufficiale. Ecco da quando e cosa cambia

  • "Ve matamos a todos", poi calci e pugni: il folle assalto della 'gang', 5 poliziotti feriti in metro

  • Lombardia verso la zona arancione: ma non c'è nulla da esultare. I numeri

  • Fontana: "Milano rimane zona rossa. Governo vuole mantenerla fino al 3 dicembre"

Torna su
MilanoToday è in caricamento