Disabilità, regione Lombardia conferma l'impegno a favore dei più fragili. Assessore Bolognini: "Garantita a tutti la continuità della misura b1"

L'assessore: "Misura confermata per marzo e aprile, indipendentemente dall'ISEE"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MilanoToday

L’assessore regionale alle Politiche sociali, abitative e Disabilità Stefano Bolognini ha commentato con soddisfazione l’approvazione su sua proposta della delibera che assicura continuità assistenziale in favore dei disabili gravissimi, affermando che “in un momento di emergenza come quello in corso, Regione Lombardia ha messo in campo un impegno straordinario a favore delle persone più deboli. Abbiamo garantito ai disabili la continuità della misura B1 per i mesi di marzo e aprile, alle medesime condizioni del mese di febbraio, a prescindere dalla condizione economica ISEE”. E' certamente un provvedimento che conferma la forte e costante attenzione di questa Giunta nei confronti delle persone con fragilità”. TERMINI RINVIATI AL 29 MAGGIO, OK ANCHE SE LE DOMANDE SONO INCOMPLETE - Nel provvedimento è previsto il rinvio dal 30 aprile al 29 maggio 2020 del termine di presentazione delle domande al fine di garantire continuità nell'erogazione delle risorse previste dalla misura B1, dedicata alle persone con disabilità gravissime. La conferma del sostegno economico in atto vale anche in caso di mancata o incompleta presentazione della domanda. “Considerate anche le segnalazioni ricevute da associazioni e singoli - ha spiegato l'assessore -, abbiamo deciso di prorogare il termine per perfezionare le domande, così da assicurare la continuità a tutte le persone attualmente prese in carico. Si tratta di una misura assolutamente dovuta e di buon senso che permette di alleviare alcune delle difficoltà che, specialmente oggi, queste persone si trovano a fronteggiare”. PROCEDURE MISURE B1 SEMPLIFICATE PER LE NUOVE ISTANZE, INDICAZIONI PER LE B2 - La delibera approvata oggi prevede una serie di semplificazioni che faciliteranno la presentazione delle nuove istanze alla misura B1, anche in presenza di una documentazione non completa. Sarà così possibile prendere in carico da subito le persone disabili gravissime, potendo riconoscere il sostegno già dal mese successivo. L'assessore Bolognini ha inoltre chiarito che "sono state fornite alcune indicazioni necessarie agli ambiti e ai comuni per l’attivazione della Misura B2, dedicata alle persone con disabilità gravi. Naturalmente, abbiamo invitato comuni ed ambiti ad agevolare la presentazione delle domande stesse e a semplificare le procedure per la partecipazione ai bandi territoriali”. REGIONE PROSEGUE IL SUO IMPEGNO IN ATTESA CHE IL GOVERNO AUMENTI GLI STANZIAMENTI DELL'FNA - L'assessore conclude dicendo che “Regione Lombardia conferma così l’impegno nei confronti dei più fragili con misure concrete. Abbiamo inoltre più volte, nei mesi scorsi, sollecitato il Governo ad aumentare gli stanziamenti per l’FNA. Un fondo istituito proprio al fine di sostenere economicamente le persone con disabilità gravi e gravissime che necessitano di assistenza domiciliare continua. Siamo consapevoli delle maggiori difficoltà che le famiglie stanno affrontando in questo momento di emergenza e continueremo a essere loro vicini con un rapporto di ascolto e vicinanza. Lo faremo anche continuando a sensibilizzare il Governo, dato che, finora, i nostri appelli, e con loro anche la voce delle varie associazioni e delle singole persone con disabilità, sono caduti nel vuoto”.

Torna su
MilanoToday è in caricamento