Venerdì, 25 Giugno 2021
Eventi

Alla grande anche in serie C: “Ma il focus della Milano tennis academy resta sui giovani”

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MilanoToday

Alla fine c’è persino un pizzico di rammarico. Perché per approdare ai play-off promozione per la Serie B2 maschile al team della Milano Tennis Academy sarebbero bastati soltanto un paio di incontri vinti in più, quelli che invece hanno fatto la differenza a favore del Circolo Tennis Cantù, passato – a parità di punti (11) – in virtù di una migliore differenza fra incontri vinti e persi. Ma l’esito del Campionato di Serie C è più che soddisfacente. Il primo obiettivo della vigilia era quello di dare la possibilità di giocare e fare esperienza ai ragazzi dell’Academy e ai giovani del vivaio. E così è stato, tanto che a difendere i colori della MTA sono scesi in campo la bellezza di undici atleti diversi, dai maestri inseriti in formazione per dare una mano agli allievi, fino ai giovanissimi: l’under 16 Gianluca Filoramo e gli under 14 Federico Pincini, Federico Danova e Mattia Rubicondo. Ragazzi solitamente abituati ai tornei giovanili, che si sono trovati proiettati in una realtà di alto livello, cogliendo una grande occasione formativa di qualità. “Col senno di poi – dice Ugo Pigato, direttore sportivo della MTA – conquistare la Serie B2 non sarebbe stato impossibile. Paghiamo un pizzico di sfortuna e qualche incontro girato nel verso sbagliato, così come qualche assenza nelle partite più importanti. Ma l’avevamo messo in preventivo perché i nostri ragazzi sono impegnati spesso nelle trasferte legate ai tornei internazionali, quindi il bilancio rimane positivo. Ci siamo divertiti, abbiamo vinto cinque partite e raccolto indicazioni positive”. L’appuntamento con l’assalto alla Serie B2, dunque, è rimandato di dodici mesi. “Il prossimo anno – continua Pigato – valuteremo come muoverci, ma la nostra priorità resta la crescita dei giovani”. Dal secondo posto dei ragazzi (che erano neopromossi, non va dimenticato) a quello delle ragazze, a loro volta impegnate in Serie C. Anche loro hanno fatto un figurone, vincendo cinque incontri su sette e chiudendo alle spalle solamente dell’Harbour Club di Milano, che ha dominato il gruppo. “Rispetto all’Harbour – dice ancora Pigato – la nostra formazione era un gradino sotto, mentre nell’altra sconfitta (contro il Tennis Cesano Maderno, ndr) erano indisponibili sia la numero 1 Pervinca Curci sia la numero 2 Gloria Contrino. Per il resto, le ragazze hanno sempre fatto il massimo e meritano tutte un applauso, in particolare Giulia Alessia Monteleone che ha vinto tutti i match disputati e Valentina Bertonazzi, under 16 del nostro vivaio, capace di conquistare tanti punti preziosissimi aggiudicandosi 10 delle 14 partite giocate”. Anche in questo caso, appuntamento al 2022 per un nuovo tentativo, magari con un rinforzo per rendere il team ancora più competitivo. “Ci penseremo – chiude Pigato – anche se la nostra filosofia è quella di dare priorità alle ragazze che si allenano da noi. Non è detto che non si possa riuscire a conciliare entrambe le cose: accogliere una nuova allieva di ottimo livello e integrarla nel team”. È già successo e può succedere ancora.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alla grande anche in serie C: “Ma il focus della Milano tennis academy resta sui giovani”

MilanoToday è in caricamento