Eventi

Shakespeare nella magia del bosco. Un progetto a cura di Arianna Scommegna

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MilanoToday

 A Cernusco sul Naviglio è partito un grande progetto a cura di Arianna Scommegna, per guardare insieme al futuro del teatro e della cultura A Cernusco sul Naviglio sta succedendo qualcosa di magico. Quaranta cittadine e cittadini hanno risposto all’appello di Arianna Scommegna per realizzare un grande evento teatrale nel Parco Uboldo, dedicato a William Shakespeare (1564-1616). Al progetto hanno già manifestato il proprio sostegno l’Amministrazione comunale, la Consulta della Cultura e dieci associazioni locali. “Maestro dell'uso incantatore delle parole e della poesia come magia”, come lo definì la storica britannica Frances Yates, Shakespeare ha fatto uso del soprannaturale attraverso il ricorso al mondo meraviglioso dei maghi, degli elfi e delle fate, fondendone le azioni con le vicende umane per la massima espressione di una magia nuova, una magia rinascimentale opposta a quella medievale, considerata superstiziosa e stregonesca. Una magia colta, un sistema per studiare e conoscere l’universo e l'uomo. Lo scopo di questa performance è di ricreare, attraverso il teatro, un momento di condivisione tra i cittadini, un desiderio di fare comunità con la cultura, di rispecchiarsi nel proprio “vicino” con parole universali che riguardano tutti e che vanno oltre il tempo e lo spazio, restituendo senso e significa ad un luogo altamente simbolico della vita locale. In un periodo così difficile della storia dell'umanità dove non ci si può toccare, abbracciare, stringere, la poesia e la musica possono essere carezze per l’anima capaci di curare, nutrire ed elevare lo spirito, arrivando, senza barriere, direttamente al cuore degli spettatori. Riportare l’arte nel Parco Uboldo, sede dell’omonimo ospedale, è anche un segno di amore e vicinanza al personale medico-sanitario che in questi mesi ha affrontato la pandemia e alle tante persone che purtroppo ne hanno patito gli effetti. Lo spettacolo realizzato interamente dai cittadini rappresenta un momento di festa e un atto di resilienza creativa nei confronti di una situazione difficile e dolorosa per l’umanità intera. Il progetto si articola in quattro “atti”: I) La chiamata alle arti. A febbraio è stato lanciato un appello online per raccogliere la disponibilità di cittadine e cittadini cernuschesi a partecipare al percorso laboratoriale e al successivo evento. Hanno risposto in quaranta! I loro volti sono stati ritratti in un magico bianco e nero da Stefano Bandini, fotografo che seguirà tutte le tappe del progetto. II) Il laboratorio. A fine marzo è partito in modalità online (con rapide incursioni nel parco) il percorso formativo con Arianna Scommegna. Nel frattempo è stata avviata anche l’organizzazione della parte musicale, con il coinvolgimento di alcune associazioni e singoli cittadini professionisti. III) I costumi e le scenografie. In questo progetto il teatro vuole essere strumento di coesione sociale e il coinvolgimento delle tante associazioni attive sul territorio in ambito culturale, sociale e ambientale, dovrà assolvere una molteplicità di funzioni, non solo legate alla realizzazione attoriale dello spettacolo. Verrà pertanto attivato un coordinamento delle organizzazioni sostenitrici del progetto, guidato dalla Cooperativa Artaban, in collaborazione con alcune figure professionali, per la creazione dei costumi, dell’attrezzeria, delle scenografie, così come l’organizzazione di guide che accompagneranno il pubblico attraverso tutto il percorso. IV) L’evento. La performance conclusiva si terrà nel Parco Uboldo alla fine del mese di maggio 2021, in due giornate, un sabato e una domenica. L’accesso del pubblico, gratuito ma solo su prenotazione, sarà contingentato in piccoli gruppi. Arianna Scommegna - Attrice e curatrice del progetto Danilo Radaelli - Presidente Artaban Cooperativa sociale Onlus CHI SIAMO. Arianna Scommegna è attrice di teatro e cinema, fondatrice della compagnia Atir Teatro Ringhiera di Milano. Artaban Cooperativa Sociale ONLUS gestisce l’area feste di Villa Fiorita a Cernusco s/N. e-mail: magiabosco2021@gmail.com pagina Facebook: https://www.facebook.com/magiabosco link pdb: https://sostieni.link/27867

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Shakespeare nella magia del bosco. Un progetto a cura di Arianna Scommegna

MilanoToday è in caricamento